Attualità

Settore food: non solo cucina

Settore food: non solo cucina
Attualità 05 Gennaio 2022 ore 07:11

Ti piacerebbe lavorare nel settore food ma l’idea di rimanere tutto il giorno chiuso in una cucina non ti stuzzica per nulla? Ami il cibo, eppure ti piacerebbe fare qualcosa di diverso dal classico chef anche perché ai fornelli non te la cavi proprio così bene? Di alternative al giorno d’oggi ne puoi trovare parecchie, pur rimanendo nel settore food e coltivando così la tua passione. Scopriamo insieme quali sono le professioni più interessanti del momento per gli appassionati che però non amano cucinare. 

# Cake designer

Se hai un estro creativo e ti piacerebbe metterlo in campo nel settore del food, dovresti prendere in considerazione la possibilità di diventare cake designer. Si tratta di una professione sempre più richiesta, che permette tra l’altro di guadagnare molto bene e non si tratta certo di un lavoro noioso! Il cake designer è specializzato nella realizzazione di torte decorate: il suo compito non è tanto quello di cucinare dolci quanto piuttosto quello di renderli bellissimi da vedere, utilizzando la pasta di zucchero e tutti gli strumenti disponibili al giorno d’oggi. Per diventare cake designer bisogna iscriversi ad un corso di pasticceria e specializzarsi poi in questa branca in particolare. Non è un mestiere particolarmente difficile, a patto che si abbia una buona manualità ed una propensione creativa. 

# Food blogger

Un’altra professione che ha a che fare con l’ambito del food ma che non prevede alcun tipo di dote a livello culinario è quella del food blogger. Anche in questo caso parliamo di un lavoro che negli ultimi anni è sempre più richiesto e gettonato: si tratta di una nuova professione, che consente di guadagnare molto bene se svolta nel modo giusto. Il compito del food blogger è quello di condividere opinioni in merito a ristoranti, piatti ma anche ricette: ci si può muovere in diversi modi svolgendo tale professione a seconda dei propri interessi. 

# Sushiman

I ristoranti di sushi sono sempre più diffusi anche in Italia, ma non è detto che per preparare queste prelibatezze a base di pesce crudo sia necessario essere giapponesi! Quella dei rotolini e delle palline di riso è una vera e propria arte, che sempre più italiani stanno imparando perché effettivamente divertente ed appassionante. Se ti piacerebbe diventare un sushiman, puoi seguire un corso specifico: ormai sono diversi dunque non dovresti incontrare alcuna difficoltà nel trovarne uno nella tua città. Anche in tal caso, non è necessario avere delle doti culinarie per diventare sushiman: è sufficiente una buona manualità.

# Assaggiatore

Se ami il cibo ma non ne vuoi proprio sapere di cucinare, allora potresti diventare assaggiatore per professione. Si tratta di un lavoro decisamente ambito, che in molti vorrebbero fare. Il compito di questa figura professionale è quella di assaggiare i piatti, dare delle opinioni e talvolta scrivere recensioni specifiche su ristoranti e proposte culinarie. Se ti piace mangiare questo potrebbe essere il lavoro perfetto per te, ma non fare l’errore di pensare che sia semplice. Anche per diventare assaggiatore occorre studiare e dimostrare conoscenza specifiche in ambito food.