Attualità
LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

Salvi i posti di lavoro dei soccorritori alla Croce Viola Rozzano

Tutti salvi i sette posti di lavoro a rischio.

Salvi i posti di lavoro dei soccorritori alla Croce Viola Rozzano
Attualità Rozzano, 05 Gennaio 2022 ore 15:40

Salvi i posti di lavoro dei soccorritori alla Croce Viola Rozzano.

Salvi i posti di lavoro dei soccorritori alla Croce Viola Rozzano

ROZZANO – Scongiurato il pericolo licenziamenti alla Croce Viola Rozzano. Tutti salvi i sette posti di lavoro a rischio. La comunicazione che aveva gettato nel panico il gruppo, storica realtà di Rozzano, era arrivata a fine novembre con i paventati licenziamenti. Da quel momento, in tanti si erano mossi per salvare la Croce, a partire dai cittadini che avevano avviato una petizione, raccogliendo quasi 2mila firme.

Francesco Nucera

Tanta solidarietà, vicinanza, ma anche sostegno politico.

“Ciò che non siamo riusciti a fare – commenta il soccorritore e delegato sindacale Francesco Nucera – è salvare il presidio continuativo notturno su Rozzano. Siamo dispiaciuti per questo, noi lavoratori crediamo ancora che una città di 42mila abitanti meriti qualcosa in più di un mezzo estemporaneo, ma non tutti sono di questa opinione. Siamo comunque lieti di ringraziare tutti coloro che ci hanno aiutato. Grazie a Fp Cgil Milano, al sindaco Gianni Ferretti per averci ascoltato e aver fatto da tramite con la Regione, alla sezione del Pd Rozzano per aver parlato per primi del problema e aver organizzato una raccolta firme, al consigliere regionale Gregorio Mammì per aver perorato la causa, a Marco Macaluso, a tutti coloro che hanno firmato e condiviso la petizione, al Comitato di Quartiere Rozzano Vecchio per aver raccolto di persona le firme, agli amici che ci hanno sostenuto, così come ai tantissimi ex dell’associazione. Eravamo in preda allo sconforto – prosegue – ma grazie a tutti abbiamo visto compiersi il miracolo di Natale. Rozzano ha un cuore grande e l’ha dimostrato”.

Gianni Ferretti

Per risolvere la questione, Croce Viola ha dovuto rimodulare la convenzione notturna su Milano, quella che aveva causato la mancata copertura dei turni da parte dei volontari, “sostituiti” dai dipendenti. Contento del risultato anche il sindaco Gianni Ferretti:

“Mi sono impegnato personalmente per favorire il dialogo tra il presidente di Croce Viola e i responsabili di Areu. Ringrazio Regione Lombardia per averci ascoltato e aiutato nel risolvere il problema che poteva portare al licenziamento di molti dipendenti della storica associazione. Sono molto soddisfatto dell’accordo raggiunto che garantisce l’attività dei soccorritori e la continuità assistenziale”.