Giornale dei Navigli > Attualità > Robohub, la scuola del futuro rozzanese si mette in mostra a Londra
Attualità Rozzano -

Robohub, la scuola del futuro rozzanese si mette in mostra a Londra

La delegazione rozzanese presenterà nella capitale inglese la pratica virtuosa di Robohub, quale esempio di “buone pratiche” didattiche e unica realtà nel panorama scolastico italiano.

Robohub scuola futuro rozzanese

Robohub, la scuola del futuro rozzanese si mette in mostra a Londra.

Robohub, la scuola del futuro rozzanese si mette in mostra a Londra

ROZZANO – La pratica virtuosa di Robohub, il laboratorio di robotica dell’istituto comprensivo Monte Amiata, si mette in mostra nell’importante sede londinese di Apple in Regent Street, per far conoscere la loro esperienza. Un esempio per altri comuni del Regno Unito: è questo il presupposto della trasferta londinese di Robohub, il laboratorio di robotica dell’istituto comprensivo Monte Amiata.

In corso a Londra “Bett”, la più importante fiera mondiale sulle tecnologie didattiche

In questi giorni a Londra si svolge la 32esima edizione di “Bett”, la più importante fiera a livello mondiale sulle tecnologie didattiche ed Apple, che realizza ogni anno parallelamente una serie di eventi dedicati alle migliori esperienze europee, ospita nell’importante sede londinese in Regent Street il percorso didattico di Robohub.

La delegazione rozzanese a Londra

La delegazione rozzanese guidata da Maira Cacucci, assessore alla Pubblica istruzione, dall’onorevole Valentina Aprea e dal dirigente scolastico Monica Mansi, presenterà nella capitale inglese la pratica virtuosa di Robohub, quale esempio di “buone pratiche” didattiche e unica realtà nel panorama scolastico italiano. Nella scuola di via Lambro a Rozzano c’è uno spazio ipertecnologico, composto da laboratori con stampanti 3D, bracci meccanici, un’area eventi attrezzata per la formazione con maxi schermo, auditorium e postazioni studio-lavoro di ultima generazione. La scuola, che ha introdotto nella metodologia didattica gli iPad, ha contagiato tutti gli istituti comprensivi cittadini che nel prossimo anno scolastico si doteranno di una classe digitale nella proposta formativa. L’Amministrazione comunale ha investito sia a livello progettuale che economico per realizzare questo prestigioso e innovativo laboratorio.

Robohub scuola futuro rozzanese

Il sindaco Ferretti: orgoglioso di questa bellissima realtà cittadina

“Questa è la scuola del futuro – dichiara il sindaco Gianni Ferretti -. Sono molto orgoglioso di questa bellissima realtà cittadina, un grande esempio anche per altri comuni europei. La sinergia tra la pubblica amministrazione, il mondo scolastico e le aziende del territorio ha prodotto un eccezionale risultato. Ringrazio Monica Mansi, il dirigente scolastico che ha creduto in questo progetto e che con passione e tenacia lo sta divulgando oltre confine”. “La nostra punta di diamante a livello scolastico partecipa a questo importante evento – spiega Maira Cacucci, assessore alla Pubblica istruzione. Siamo fieri di aver potuto rappresentare Rozzano in un contesto europeo con una proposta innovativa e all’avanguardia”.

Il dirigente scolastico Monica Mansi: siamo un esempio

“Per alcuni comuni italiani siamo già un esempio – commenta il dirigente scolastico Monica Mansi –, recentemente alcune scuole del Veneto sono state nel nostro laboratorio per vedere le nostre attività di robotica e di coding. Siamo diventati anche un centro di formazione per gli universitari che possono acquisire dei crediti formativi per la laurea”. Non è tutto: da febbraio, per i giovani senza lavoro sarà possibile frequentare Robohub per ottenere il patentino di robotica industriale, grazie alla collaborazione con Afol Sud Milano.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente