Attualità
nuovi giorni di raccolta

Rivoluzione nella raccolta rifiuti a Cesano (ma poco preavviso per i cittadini): "Migliorerà il sistema"

Il sindaco spiega che: "Questa nuova disposizione discende dall’offerta presentata da Iren in fase di gara e ci consentirà di avere l’azienda sul territorio per sei giorni su sette".

Rivoluzione nella raccolta rifiuti a Cesano (ma poco preavviso per i cittadini): "Migliorerà il sistema"
Attualità Cesano Boscone, 14 Novembre 2022 ore 11:22

Partirà la prossima settimana la rimodulazione del servizio che prevede un cambiamento nei giorni di raccolta. Il Gruppo Iren ha infatti proposto una riorganizzazione del calendario settimanale per essere maggiormente presente sul territorio e poter risolvere tempestivamente eventuali criticità.

Cesano: rivoluzione nella raccolta rifiuti

CESANO BOSCONE – Rivoluzione nel sistema della raccolta dei rifiuti a Cesano. Cambiano i giorni, a partire da oggi, ma con un preavviso di appena tre giorni. La rimodulazione dei giorni di esposizione dei rifiuti “servirà a gestire meglio il servizio di raccolta differenziata”, spiegano dal Comune.

Il sindaco: "Con questa novità avremo l’azienda sul territorio sei giorni su sette"

“Dobbiamo partire con questa modifica organizzativa senza aver potuto garantire un maggiore preavviso – aggiunge il sindaco Simone Negri –. Questa nuova disposizione discende dall’offerta presentata da Iren in fase di gara e ci consentirà di avere l’azienda sul territorio per sei giorni su sette. Mi spiace per la fretta e le difficoltà per la cittadinanza di questi giorni, ma garantiremo un’adeguata fase transitoria in cui mandare a regime il nuovo sistema di raccolta”.

A breve un bando comunale per un aiuto sulle bollette

In effetti, tanti cittadini hanno lamentato il poco preavviso e la necessità, aumentando le esposizioni, di pagare di più per il servizio effettuato dall’addetto che si occupa di portare fuori i sacchi. Il sindaco assicura che “con la tariffa puntuale si risparmierà molto, uscirà un bando per un aiuto sulle bollette a breve e i singoli condomini possono efficientare il servizio, esponendo non frequentemente i rifiuti se non necessario e i sacchi, portandoli fuori più spesso: sarà più facile e meno dispendioso in termini di tempo”.

I cittadini lamentano di pagare di più

Ma i cittadini replicano che in molti condomini si paga l’addetto a ritiro, a “uscita”, e non a peso, quindi bisogna ragionare per evitare di aumentare, in questo momento di crisi, un’ulteriore spesa.

La denuncia di troppi fenomeni di inciviltà

L’argomento rifiuti passa anche dalle svariate forme di inciviltà che colpiscono il territorio. Durante il presidio al quartiere Tessera per il malfunzionamento dei riscaldamenti, i cittadini hanno avuto occasione di esporre ai responsabili Aler, all’assessore regionale e al sindaco anche i problemi relativi ai fenomeni di inciviltà nel quartiere (ma che si riscontrano in tutta Cesano).

Sono persone che abitano al Tessera e “lasciano i sacchetti in mezzo alla strada, mentre vanno a prendere l’autobus. Ma anche persone da fuori che abbandonano rifiuti, soprattutto ingombranti, scarti di edilizia, risultati di traslochi, sulle aree verdi”.

Si chiedono telecamere e più controlli

I cittadini hanno chiesto maggiori controlli e l’installazione delle telecamere. Il sindaco ha assicurato che è stato aperto un dialogo con Aler per prevedere occhi elettronici, anche se per ora è soltanto un dialogo, appunto. Nel frattempo, i controlli da parte della polizia locale sono aumentati e gli accertamenti degli agenti hanno consentito di individuare i responsabili di alcuni abbandoni e sanzionarli.

Seguici sui nostri canali