Ritardi sull’avvio del bike sharing a Cesano: Criticità con gli operatori

“Nei giorni scorsi, Città metropolitana ha trasmesso a Milano l’elenco delle amministrazioni aderenti al progetto" spiega l'Amministrazione.

Ritardi sull’avvio del bike sharing a Cesano: Criticità con gli operatori
Attualità 20 Aprile 2018 ore 09:19

Ritardi sull’avvio del bike sharing a Cesano: Criticità con gli operatori.

Ritardi sull’avvio del bike sharing a Cesano: Criticità con gli operatori

CESANO BOSCONE – Ancora niente bici a flusso libero per Cesano. Città metropolitana aveva assicurato tempi brevissimi per dotare Cesano del bike sharing, ma le promesse non sono ancora state rispettate. Una serie di criticità con gli operatori autorizzati dal Comune di Milano sarebbe la causa del ritardo dell’avvio.

La posizione dell’Amministrazione

“Nei giorni scorsi, Città metropolitana ha trasmesso a Milano l’elenco delle amministrazioni aderenti al progetto e gli estremi affinché i nuovi operatori possano versare la cauzione , così come richiesto dall’avviso pubblico”, chiarisce l’Amministrazione. “Appena procederanno – aggiunge – il Comune di Milano potrà emettere l’autorizzazione alla posa delle biciclette a flusso libero. Gli operatori potranno così organizzarsi per arrivare a regime di servizio”.

Non resta che attendere

Insomma, c’è ancora da aspettare per il servizio di bike sharing che alleggerirebbe il traffico cittadino, soprattutto dopo la decisione di Enjoy di togliere le 500 rosse del car sharing (da Cesano, ma anche da Buccinasco e Settimo Milanese). Una decisione che ha fatto discutere e che ha convinto migliaia di cittadini a firmare la petizione online per chiedere a Eni, responsabile del servizio, di ripensarci. I sindaci dei territori stanno provando l’impresa non semplice di convincere i vertici del colosso energetico a fissare almeno degli stalli, al confine con Milano. Ce la faranno?

Francesca Grillo

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste