Rilassarsi con l'olio di CBD: mito o realtà?

Oggigiorno sta prendendo sempre più piede l'utilizzo di questo prodotto derivante dalla canapa, soprattutto se concepito in ottica di calmante.

Rilassarsi con l'olio di CBD: mito o realtà?
Attualità 09 Dicembre 2020 ore 16:22

Rilassarsi con l'olio di CBD: mito o realtà?

Rilassarsi con l'olio di CBD: mito o realtà?

Oggigiorno, a seguito di diversi studi diffusi dai media scientifici e mainstream sugli effetti positivi dell'olio di CBD, sta prendendo sempre più piede l'utilizzo di questo prodotto derivante dalla canapa, soprattutto se concepito in ottica di calmante. Non a caso, il consumo di olio di CBD e dei prodotti derivati dalla canapa hanno subito un importante incremento durante la pandemia da COVID-19 del 2020, anche e soprattutto come aiuto contro l'impatto negativo sulla psiche che misure come i lockdown, la quarantena e il distanziamento sociale hanno inevitabilmente causato. Senza contare ovviamente l'ansia generalizzata che si riscontra in molte persone in questo periodo. Questo incremento di vendite sul mercato comunque non è passato inosservato, e ci sono diversi e-store specializzati come Just Bob dove si può trovare un'ampia scelta di varietà di canapa light (noto prodotto ad alto contenuto di CBD perfettamente legale in Italia). Eppure, sono in molti a chiedersi ancora se queste proprietà rilassanti non siano solo un mito o una diceria gonfiata dalla pubblicità. Per rispondere a questo ed altri dubbi, nel presente articolo provvederemo ad analizzare gli effetti dell'olio di CBD sul nostro organismo e le proprietà contenute in questo e altri prodotti derivanti dalla canapa, in modo da fare un po' di chiarezza sull'argomento.

Olio di CBD: gli effetti sull'organismo

Il CBD o cannabidiolo è uno dei principi attivi che si può ritrovare nella pianta della cannabis sativa, ed il suo consumo entro date percentuali è legale in molti paesi del mondo. Ciò è possibile perché il CBD non ha proprietà psicotrope a differenza del THC, cioè l'altro principio attivo per cui è famosa la cannabis. Il cannabidiolo va infatti ad agire sul nostro sistema endocannabinoide, sistema presente in tutti i mammiferi il cui compito è quello di regolare diverse funzioni del nostro organismo tramite l'interazione con vari recettori, su tutti i recettori CB1 e CB2. Quest'ultimi sono presenti sia nel sistema nervoso centrale, cioè il cervello, sia sul sistema nervoso periferico, e cioè quello adibito al controllo e al corretto funzionamento dei muscoli, facendoli contrarre e rilassare. A questo proposito ci sono diversi studi riguardanti gli effetti rilassanti del CBD, tra cui uno estremamente interessante riguardo gli effetti positivi e calmanti sulla famigerata "ansia da palcoscenico", una situazione di forte stress per molte persone le quali sono obbligate, volenti o nolenti, a doversi rivolgere a un pubblico di spettatori. Pare infatti che assumendo CBD a distanza di poco tempo dall'inizio del discorso in pubblico, i soggetti non solo risultassero molto più calmi, ma persino il loro eloquio ne abbia risentito positivamente. Oltretutto, il CBD non provoca dipendenza, altro motivo per cui non si va incontro ad altra ansia provocata dalle classiche sindromi di astinenza tipiche di altri prodotti anche legali, come ad esempio gli ansiolitici.

Olio di CBD: come assumerlo per ottimizzarne gli effetti

Generalmente, le persone, nei paesi dove è legale il consumo, tendono ad assumere olio di CBD in forma di gocce sublinguali. Ciò è dovuto al fatto che questa metodologia di assunzione rende gli effetti dell'olio di CBD più rapidi: già dopo appena 15 minuti dall'assunzione si potranno infatti notare i primi effetti calmanti e rilassanti di questo prodotto se assunto in questa maniera. Per quanto riguarda il dosaggio, invece, esso dipenderà da diversi fattori. Quest'ultimo va infatti modulato non soltanto in base alle percentuali di CBD presenti nel prodotto, ma anche in relazione al disturbo o alla patologia che si sta cercando di affrontare con il prodotto, e la sua intensità. In genere, si cerca di stabilire una dose minima stabile per 15 giorni. Scaduti questi giorni, si deciderà se lasciare le dosi come prestabilito, o se eventualmente aumentarle. Se però l'intenzione principale è quella di curare una patologia psichiatrica conclamata di entità medio-grave, ci si sbaglia: l'assunzione di CBD deve essere considerata esclusivamente come un palliativo o un sollievo da affiancare alla medicina tradizionale che il medico ha prescritto al paziente. In questo caso, concordare col proprio medico curante il dosaggio, o quantomeno consultarsi con quest'ultimo sul tema, è d'obbligo. Se invece si parla semplicemente di assumere date gocce in un'ottica rilassante, non c'è da preoccuparsi. Per quanto riguarda invece altri tipi di patologie legate alla psiche, come gli attacchi d'ansia o i disturbi del sonno, le gocce da assumere e la percentuale di CBD presenti nell'olio dovranno essere medio-alte, quindi parliamo di una concentrazione pari al 5% e un dosaggio di 4 gocce al mattino e 4 gocce alla sera.

Perchè assumere anche la mattina?

Alcuni di voi si staranno chiedendo perché assumere anche la mattina, visto che esse servono a rilassarsi dopo lo stress accumulato si suppone durante la giornata. Ebbene, in realtà ciò va fatto a causa dell'effetto regolarizzante sul nostro organismo e sul ritmo del sonno e della veglia, andando ad incidere positivamente anche sui parametri dell'attenzione e della concentrazione. Se poi non si notano particolare cambiamenti sul nostro organismo, come accennato già poco sopra si può aumentare in maniera graduale il numero di gocce, ma senza superare la soglia delle 15 gocce al giorno. Detto ciò, resta il fatto che il CBD non presenta gravi effetti collaterali come per altri farmaci, se non un aumento nell'affaticamento e nella sonnolenza in alcuni soggetti e casi rari. Per tutti quelli interessati a voler consultare un sito specializzato del settore su cui poter trovare questo tipo di prodotti derivati dalla canapa online, consigliamo di consultare la pagina principale di Justbob.it.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI