Un camion di protezioni per Sacra Famiglia: l’iniziativa dei parenti

Una raccolta speciale per “riempire un camion” di dispositivi personali da donare all’Istituto, per operatori e ospiti.

Un camion di protezioni per Sacra Famiglia: l’iniziativa dei parenti
Attualità 08 Aprile 2020 ore 12:15

Un camion di protezioni per Sacra Famiglia: l’iniziativa dei parenti.

Un camion di protezioni per Sacra Famiglia: l’iniziativa dei parenti

cESANO BOSCONE – “Un camion per la Sacra Famiglia” è l’iniziativa dell’Associazione Comitato Parenti degli ospiti dell’Istituto, preoccupati per la situazione di emergenza che ha colpito anche Sacra Famiglia.

La situazione presso l’Istituto

Il contagio da covid è infatti penetrato all’interno della rsa di Cesano dove, a oggi, si registrano 30 casi positivi e purtroppo un decesso: un ospite morto all’ospedale San Carlo dove era ricoverato che faceva parte dell’Unità Santa Teresina, la prima colpita dai contagi. I tamponi, fanno sapere da Sacra, sono ancora in corso e vengono effettuati su tutti i contatti delle persone contagiate e su chi manifesta sintomi da coronavirus.

L’iniziativa dei parenti

Ma per i parenti degli ospiti bisogna fare di più. Per questo hanno avviato una raccolta speciale per “riempire un camion” di dispositivi personali da donare all’Istituto, per operatori e ospiti. “Per decine di anni il nostro sforzo è stato indirizzato verso le istituzioni per far capire che il sociosanitario è fragile ed è sempre stato subordinato al sanitario per quanto riguarda le risorse dedicate – scrivono dall’Associazione –. L’esplosione del coronavirus ancora una volta ha dimostrato che le risorse sono comunque insufficienti per entrambi i comparti. Da più di un mese stiamo raccogliendo il grido di dolore che ci giunge dall’utenza della struttura.

Servono aiuti e attenzione

Sacra Famiglia sta facendo del proprio meglio per fronteggiare una situazione molto critica sulla sede di Cesano. Non servono rassicurazioni, tavoli di lavoro: sarebbe solo un dannoso temporeggiare e tempo non ce n’è. Servono aiuti e attenzioni”. Attenzioni da parte delle istituzioni che devono riconoscere le strutture e fornirle di giusto supporto. Ma anche attenzioni per i lavoratori, per assicurare la protezione necessaria. “L’impegno professionale dei lavoratori è stravolto, con turni incalzanti e fatiche segnate dalla scarsità dei colleghi – ancora il gruppo –. Serve e servirà un’iniezione di infermieri e di medici esperti, oltre che di oss”.

La sfida lanciata dal comitato parenti

La richiesta urgente è di “caricare un camion con presidi sanitari di vario genere, con le specifiche comunicate da Sacra, e farlo arrivare al più presto. La sfida è di fare un miracolo”. Per info: sacrafamiglia.comitatoparenti@ gmail.com.

L’appello di Sacra Famiglia: abbiamo bisogno soprattutto di infermieri

Intanto, anche da Sacra Famiglia si lancia un appello: “Sei un infermiere? Sacra Famiglia ti st acercando. Molte delle nostre sedi sono in sofferenza a causa delle assenze di molti operatori. Come se non bastasse – scrivono sui social – l’emergenza virus obbliga a un superlavoro e a turni massacranti che mettono a dura prova i tanti colleghi al lavoro. Per questo, Fondazione ha aperto una ricerca urgente: abbiamo bisogno soprattutto di infermieri.

Per candidarsi, clicca QUI.

Sostieni Il Giornale dei Navigli 
Clicca il bottone  e scegli il tuo contributo, grazie!

 Perchè questa richiesta


TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste