Giornale dei Navigli > Attualità > PropTech e FinTech, come cambia il mercato immobiliare in Italia
Attualità, Economia e scuola Naviglio grande -

PropTech e FinTech, come cambia il mercato immobiliare in Italia

È da qualche tempo che si respira aria di cambiamento nel settore degli investimenti immobiliari

PropTech e FinTech, come cambia il mercato immobiliare in Italia

PropTech e FinTech, come cambia il mercato immobiliare in Italia

Milano – È da qualche tempo che si respira aria di cambiamento nel settore degli investimenti immobiliari. La comparsa delle imprese PropTech (parola di origine anglosassone creata fondendo i termini property e technology) sta decisamente rivoluzionando il comportamento degli operatori e dei finanziatori. Tema sempre più caldo nella blogosfera, la trasformazione digitale non poteva certo risparmiare il settore del mattone. Il miraggio è quello di riproporre il modello di business delle grandi startup mondiali che hanno investito nel real estate partendo da capitali privati e sono cresciute fino ad arrivare a quotarsi in Borsa.

PropTech

Il PropTech, nuovo termine che identifica l’innovazione digitale applicata all’immobiliare, sta acquisendo sempre maggiore popolarità anche nel nostro Paese. In Italia, secondo i dati elaborati dal Joint Research Center sul PropTech del Politecnico di Milano, si contano oggi circa 120 aziende attive nel settore (quasi il triplo di quelle presenti nel 2018), in grado di fornire servizi e strumenti diversificati.

Concrete Investing

Particolarmente interessanti sono le opportunità offerte dalle piattaforme online di equity crowdfunding come Concrete Investing. Il portale consente ai privati di consultare interessanti progetti a livello nazionale e internazionale e di investire diversificando gli importi tra progetti con differenti profili di rischio e di rendimento. Al tempo stesso, Concrete Investing rappresenta un’opportunità anche per gli operatori immobiliari, che possono approfittare delle vantaggiose soluzioni di finanziamento equity per sviluppare i propri progetti.

I numeri

Garantita dalla Consob e gestita da esperti di marketing, finanza e real estate, la piattaforma di crowdfunding funge sostanzialmente da network tra gli operatori del ramo e gli investitori qualificati. Al momento, la raccolta complessiva di Concrete Investing si attesta su una cifra pari a 13.590 milioni di euro, ricavati da otto campagne di crowdfunding immobiliare concluse con successo.

Nuovi progetti

A breve, sarà disponibile un nuovo progetto di finanziamento per lo sviluppo del complesso residenziale Vasari 3 a Milano, che dovrebbe portare alla realizzazione di circa 25 unità abitative di pregio nel centralissimo quartiere di Porta Romana. La tecnologia digitale, insomma, può infondere nuova e vitale linfa al mercato immobiliare, introducendo soluzioni nuove, rapide e trasparenti, ma soprattutto semplici e intuitive. Quello che sta accadendo nel settore del real estate è, a grandi linee, equiparabile alla rivoluzione a cui la finanza ha assistito con l’avvento dell’era FinTech. Nuovi software e digital provider stanno prendendo sempre più piede, sostituendo o integrando gli operatori tradizionali nei servizi di intermediazione offerti agli utenti finali.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente