Attualità
Lo stato di avanzamento dei lavori

Prolungamento M4, il punto di aggiornamento del Comitato civico

I comuni del nostro territorio puntano a concentrare i loro sforzi verso il potenziamento del passante ferroviario con la previsione di realizzare una nuova linea (S16) fino a Gaggiano.

Prolungamento M4, il punto di aggiornamento del Comitato civico
Attualità Buccinasco, 04 Marzo 2022 ore 10:24

Prolungamento M4, il punto di aggiornamento del Comitato civico.

Prolungamento M4, il punto di aggiornamento del Comitato civico

BUCCINASCO - Dopo un lungo periodo di silenzio, il mese di febbraio 2022 è stato caratterizzato da alcune novità correlate al progetto di prolungamento della M4 verso il Sud Ovest.

La visita presso il deposito M4

Il 2 febbraio è stata organizzata dal movimento politico regionale dei Lombardi Civici Europeisti una visita presso il deposito M4 San Cristoforo alla presenza dei sindaci di Buccinasco e di Corsico, dei vicesindaci di Cesano Boscone e di Trezzano sul Naviglio e dei tecnici della società M4 che sta completando la realizzazione dell’infrastruttura dove è prevista oltre ad un’area dedicata al deposito e all’officina anche un’area dedicata alla sala di controllo dalla quale sarà monitorata da remoto l’intera movimentazione dei treni.

Lo stato di avanzamento dei lavori

Noi dei Comitato Civico M4 eravamo presenti ed abbiamo così potuto constatare lo stato di avanzamento dei lavori e la contemporanea attività di assemblaggio e collaudo dei nuovi treni la cui messa in esercizio dovrebbe avvenire, almeno per una quota parte della tratta, entro il 2022.

L’occasione è stata propizia per ribadire la strategicità del prolungamento M4 verso il Sud Ovest che peraltro è già stata previsto nel progetto esecutivo in fase di realizzazione mediante la costruzione di uno binario di interscambio, funzionale alla prosecuzione della linea, ubicato tra il manufatto Ronchetto e il deposito San Cristoforo.

L'incontro tra i comuni del sud Ovest e l'assessora Censi

Successivamente in data 14 febbraio si è svolto in video conferenza l’incontro, a lungo richiesto, tra i comuni del Sud Ovest e l’assessora ai Trasporti del Comune di Milano Arianna Censi per fare il punto della situazione in merito al proseguimento dell’attività progettuale (seconda fase del PTFE).

Il punto della situazione

La riunione è stata purtroppo interlocutoria e per capire quali potranno essere i prossimi sviluppi concreti si dovrà attendere una nuova convocazione del medesimo tavolo di lavoro che dovrebbe avvenire a stretto giro. In particolare, è però emerso che il comune di Milano e la Regione Lombardia sarebbero più propensi a un prolungamento con percorso breve in quanto tale soluzione risulterebbe meno impattante in termini di costi di realizzazione e di successivi costi di esercizio.

La posizione dei comuni di Cesano Boscone e di Trezzano

Sulla stessa lunghezza d’onda sono state le considerazioni dei comuni di Cesano Boscone e di Trezzano sul Naviglio che pur sostenendo la battaglia per il prolungamento, ritengono in questa fase più efficace concentrare i loro sforzi, anche economici, verso il potenziamento del passante ferroviario con la previsione di realizzare una nuova linea (S16) fino a Gaggiano.

Il potenziamento del passante ferroviario

Questo nuovo scenario che si sta delineando, con la sola partecipazione di Buccinasco e di Corsico, risulta peraltro compatibile con la prima ipotesi progettuale elaborata dai tecnici di MM che prevede un costo di realizzazione dell’opera di 150 milioni di euro, un costo di esercizio annuo di 3,5 milioni di euro e un rapporto tra benefici e costi in area ampiamente positiva.

Il Comitato Civico M4 resta in attesa di capire quali saranno i prossimi sviluppi che dovranno comprendere, a nostro avviso, la rapida formalizzazione dell’attività progettuale.

Seguici sui nostri canali