Attualità
dove sarà la nuova stazione terminale?

Prolungamento M4 a Buccinasco, il Comitato Civico avanza nuove proposte

Dopo le elezioni comunali a Buccinasco il Comitato che promuove il prolungamento della M4 torna a parlare della metropolitana.

Prolungamento M4 a Buccinasco, il Comitato Civico avanza nuove proposte
Attualità Buccinasco, 20 Giugno 2022 ore 12:46

Sul tanto discusso prolungamento della M4 a Buccinasco il Comitato Civico ritorna a parlare della metropolitana con delle nuove proposte.

Il progetto di prolungamento della M4 a Buccinasco

BUCCINASCO - “Come Comitato Civico M4 accogliamo positivamente la conferma del sindaco Rino Pruiti: rappresenta un elemento di continuità amministrativa a favore del progetto di prolungamento della M4 che è stato nuovamente inserito all’interno del programma elettorale”.

Occhi aperti su dove si realizzerà la nuova stazione terminale

Il Comitato che promuove il prolungamento della M4 torna a parlare della metropolitana a Buccinasco dopo le elezioni. “Al fine di proseguire il percorso già intrapreso, ora sarà necessario rafforzare i legami con le istituzioni del territorio, in primis con il Comune di Milano, in modo da giungere il più celermente possibile all’avvio della fase progettuale. In questo contesto Il Comitato intende fornire il proprio contributo richiedendo un’attenta valutazione in merito all’opportunità di realizzare la nuova stazione terminale, successiva a quella di San Cristoforo attualmente in costruzione, nelle immediate vicinanze del deposito M4”.

La valutazione tecnica sull'ubicazione della nuova stazione

Secondo il comitato, “nell’elaborazione della prima fase dello studio di fattibilità i progettisti di MM hanno dichiarato tecnicamente impraticabile l’ipotesi di realizzare una stazione all’interno dell’area riservata al deposito per problematiche legate all’esercizio misto dei binari e alla difficile accessibilità alla stessa. Partendo dal rispetto di questa valutazione tecnica, riteniamo debbano comunque essere tenuti in considerazione ulteriori aspetti legati al territorio, alle tempistiche stimate per la realizzazione del prolungamento e ai possibili finanziamenti pubblici, provenienti dal Pnrr, dei quali potrebbe godere tale infrastruttura”.

La proposta del Comitato

L'idea potrebbe essere sfruttare “la vasta area nell’area Sud del deposito, la cui realizzazione è ormai completata, che potrebbe essere potenzialmente utilizzata per realizzare la stazione terminale del percorso garantendo la separazione tra l’ambito funzionale del deposito e quello del futuro esercizio dei treni”. In questo modo, si realizzerebbe “un prolungamento a costi più contenuti e in tempi brevi, con maggiore probabilità di accesso ai fondi del Pnrr”.