Attualità
SONDAGGIO

Pre e post orario nelle scuole dell'infanzia a Trezzano: dopo le polemiche, arriva il sondaggio

La polemica era scoppiata qualche settimana fa, prima dell’inizio della scuola, quando i genitori avevano lamentato la mancanza del servizio di pre e post scuola.

Pre e post orario nelle scuole dell'infanzia a Trezzano: dopo le polemiche, arriva il sondaggio
Attualità Trezzano, 17 Settembre 2021 ore 16:46

Pre e post orario nelle scuole dell'infanzia a Trezzano: dopo le polemiche, arriva il sondaggio.

Pre e post orario nelle scuole dell'infanzia a Trezzano: dopo le polemiche, arriva il sondaggio

TREZZANO SUL NAVIGLIO – La polemica era scoppiata qualche settimana fa, prima dell’inizio della scuola, quando i genitori avevano lamentato la mancanza del servizio di pre e post scuola. Tante le famiglie in difficoltà, già provate da “un periodo buio, socialmente ed economicamente. Non possiamo permetterci una baby sitter o rinunciare al lavoro in questo periodo di crisi – avevano detto mamme e papà con bimbi alla scuola dell’infanzia –, ci serve aiuto: chiediamo al Comune di studiare delle possibili soluzioni”.

Ora è proprio l’Amministrazione a proporre ai genitori un sondaggio online per capire i reali bisogni delle famiglie trezzanesi con bambini/e che frequentano le scuole dell’infanzia e richiedono il servizio di pre e post scuola, al momento non ancora attivato. Quale servizio si richiede? Per quale plesso e quale sezione? Queste le domande, utili per poter organizzare un servizio che l’Amministrazione comunale negli anni “ha sempre garantito e ora richiede notevoli risorse organizzative ed economiche per rispettare le prescrizioni del Piano Scuola 2021/2022 e il Documento di indirizzo e orientamento per la ripresa delle attività in presenza dei servizi educativi e delle scuole dell’infanzia, approvato con il decreto ministeriale n. 80 del 3 agosto 2020”, spiegano dal Comune.

 “Anche quest’anno – spiega Giulia Iorio, assessore all’Istruzione – i servizi di pre e post scuola richiedono sforzi notevoli per poter garantire la stabilità dei gruppi classe, considerati come ‘bolle’, senza la possibilità di contatti tra bambini e adulti di classi differenti. Per ora l’Amministrazione, in accordo con le dirigenti scolastiche degli Istituti Comprensivi Gobetti e Franceschi, ha garantito il pre e post scuola per le scuole primarie. Comprendiamo il disagio di tanti genitori con bambini dai 3 ai 6 anni e stiamo lavorando per garantire anche a loro lo stesso servizio. Invitiamo pertanto le famiglie interessate a partecipare al sondaggio: potremo organizzare pre e post scuola sulla base delle indicazioni date, destinando gli educatori nei plessi e nelle classi dove sono presenti bambini con genitori che lavorano e richiedono l’iscrizione”.

“L’assessorato all’Istruzione – aggiunge il sindaco Fabio Bottero – sta lavorando in accordo con le dirigenti scolastiche per aprire il servizio di pre e post scuola anche per i bambini dai 3 ai 6 anni i cui genitori lavorano. Chiediamo a chi è realmente interessato di partecipare al sondaggio, che ci permetterà di capire realmente i bisogni delle famiglie e soprattutto se ci è possibile attivare il servizio con le risorse e gli spazi disponibili”.

Per partecipare al sondaggio, ecco il link:

https://forms.gle/Uggs8c3o1xrgQywZ9