Menu
Cerca

Polemiche su post ProVita, foto di due feti: "Quale è nato da uno stupro?"

Centinaia i commenti indignati per il manifesto usato dalla onlus contro l'aborto.

Polemiche su post ProVita, foto di due feti: "Quale è nato da uno stupro?"
Attualità 10 Giugno 2020 ore 18:05

Polemiche su post ProVita, foto di due feti: "Quale è nato da uno stupro?"

Polemiche su post ProVita, foto di due feti: "Quale è nato da uno stupro?"

Polemica sul post pubblicato dal gruppo Pro Vita & Famiglia Onlus. “Nessuno giudica le donne sofferenti – scrivono – ma ci rivolgiamo alla società che dice sì all’aborto: perché punire un bambino che non ha fatto alcun male?”.

Tante le donne indignate per il post shock

Ma a sollevare l’indignazione c’è soprattutto l’immagine di due ecografie che rappresentano un feto in grembo, uguali, con la scritta: “Quale dei due è stato concepito in uno stupro?”. Centinaia i commenti che contestano l’immagine e il post. “Non si punisce alcun bambino che ancora non è tale. Si punirebbero invece le donne se si impedisse loro di scegliere se portare a termine una gravidanza o no, qualunque sia il motivo, che non devono giustificare”, scrive una donna. “Ci sono dietro tragedie in alcuni gesti – un’altra utente –. Non si può giudicare”.

Centinaia di commenti contestano la deplorevole immagine

“Facile parlare con il dolore altrui. Delle madri non ve ne importa nulla”, si rivolge un commento all’associazione che ha tra gli obiettivi, come si legge sulla pagina, “la difesa dei bambini e della vita, dal concepimento alla morte naturale. Sosteniamo la famiglia fondata sul matrimonio tra uomo e donna” “Vi chiamate Pro vita – un’altra donna – quando è evidente che della vita delle donne, persone che soffrono davvero, non ve ne importa assolutamente nulla”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home