Attualità
PREMIO MERITATISSIMO

Un nuovo pick-up per la Protezione civile di Cesano Boscone

Si è tenuta mercoledì 13 ottobre, davanti alla sede del Comune di via Pogliani, la consegna di un nuovo pick-up ai volontari della Protezione civile di Cesano Boscone.

Un nuovo pick-up per la Protezione civile di Cesano Boscone
Attualità Cesano Boscone, 18 Ottobre 2021 ore 15:48

Un nuovo pick-up per la Protezione civile di Cesano Boscone.

Un nuovo pick-up per la Protezione civile di Cesano Boscone

CESANO BOSCONE – Si è tenuta mercoledì 13 ottobre, davanti alla sede del Comune di via Pogliani, la consegna di un nuovo pick-up ai volontari della Protezione civile di Cesano Boscone, alla presenza del sindaco Simone Negri e dell'assessore alla Sicurezza Salvatore Gattuso.

Un mezzo nuovo e completamente attrezzato, fondamentale per lo svolgimento delle attività sul territorio, acquistato grazie ad un cofinanziamento di Comune e Regione, a seguito della partecipazione dell’amministrazione ad un bando regionale, per l’assegnazione di contributi finalizzati all’acquisizione di mezzi di trasporto e d’opera ad uso esclusivo della Protezione Civile, a livello provinciale.

“A determinare l’alto punteggio in graduatoria - afferma il sindaco Simone Negri - sono state anche le attività svolte negli anni scorsi da parte dei nostri volontari che, senza mai risparmiarsi, si sono impegnati nelle diverse emergenze e attività istituzionali. Un risultato importante, per il quale ringrazio di cuore tutto il gruppo”.

Regione Lombardia, già nel mese di settembre, aveva premiato i volontari della Protezione civile di Cesano con la consegna di una pergamena, presso il Parco delle Esposizioni di Novegro.

“Un premio meritatissimo –  aggiunge il vicesindaco Salvatore Gattuso – per l’impegno con cui i nostri volontari si sono adoperati negli ultimi venti mesi. Il loro lavoro è stato indispensabile, soprattutto durante la fase più acuta, a marzo e aprile 2020, quando al fianco della macchina comunale hanno offerto il loro sostegno ai cittadini più in difficoltà, consegnando spesa e farmaci a chi era in quarantena. Ma lo sono stati anche nella fase successiva, supportando Ats nello svolgimento delle vaccinazioni antinfluenzali in Comune e presso gli hub vaccinali di Milano”.