Giubbotti, coperte e libri per chi ha bisogno: è nato il Muro della Gentilezza FOTO

Il Tempio del Futuro Perduto è da due anni un punto di raccolta permanente di vestiti usati che vengono poi destinati a senzatetto e missioni umanitarie.

Giubbotti, coperte e libri per chi ha bisogno: è nato il Muro della Gentilezza FOTO
Attualità 08 Gennaio 2020 ore 18:12

Giubbotti, coperte e libri per chi ha bisogno: è nato il Muro della Gentilezza.

Giubbotti, coperte e libri per chi ha bisogno: è nato il Muro della Gentilezza

MILANO – “Un muro in cui, a qualsiasi ora, si potranno trovare appesi vestiti invernali e capi estivi, beni di prima necessità, libri e molto altro. Tutto per chi ne ha più bisogno, ma anche per la comunità del quartiere e la cittadinanza intera”, si legge sull’evento di inaugurazione diffuso sui social.

Un punto di raccolta permanente

È nato il Muro della Gentilezza, in via Luigi Nono, al Tempio del Futuro Perduto. Un luogo dove chi si trova in difficoltà può trovare aiuto concreto. “Il Tempio – dicono gli organizzatori – è da due anni un punto di raccolta permanente di vestiti usati che vengono poi destinati a senzatetto e missioni umanitarie”. Giubbotti pesanti, coperte, guanti, cappelli e sciarpe, per affrontare l’inverno, ma anche prodotti per l’igiene personale e tanti libri.

SFOGLIA LA GALLERY:

4 foto Sfoglia la gallery

Un muro di solidarietà

Il muro offre un aiuto per ogni necessità ed è l’espressione concreta dello spirito di solidarietà delle persone che donano quello che hanno per aiutare chi è in difficoltà.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste