fondi dal ministero

Oltre 9mila euro alla biblioteca per nuovi libri: "Acquistati in librerie del territorio"

Il Comune di Corsico è risultato tra gli enti assegnatari di un contributo del Ministero della Cultura per l’acquisto di nuovi volumi.

Oltre 9mila euro alla biblioteca per nuovi libri: "Acquistati in librerie del territorio"
Attualità Corsico, 07 Settembre 2021 ore 13:25

Oltre 9mila euro alla biblioteca per nuovi libri: "Acquistati in librerie del territorio".

Oltre 9mila euro alla biblioteca per nuovi libri: "Acquistati in librerie del territorio"

CORSICO – La biblioteca di Corsico riceverà dal Ministero della Cultura (MiC) un contributo di 9.204,87 euro per acquistare libri: è arrivata nei giorni scorsi la notizia che il Comune è risultato tra gli enti assegnatari di una parte del “fondo emergenze imprese e istituzioni culturali” istituito nel maggio scorso. I soldi saranno utilizzati per acquistare i volumi dalle librerie del territorio e dalle piccole case editrici.

Il contributo in arrivo dal Ministero della Cultura

“Abbiamo deciso di aderire al bando e accogliamo con grande soddisfazione la notizia che ci sono stati assegnati dei soldi – commenta l’assessore alla Cultura Isabella Stoppa – perché potremo così arricchire ulteriormente il patrimonio librario che mettiamo a disposizione dei cittadini. Inoltre, sosterremo così le piccole librerie del territorio, dove acquisteremo i volumi”.

L’assessore alla Cultura Isabella Stoppa: "più testi di qualità"

In un contesto in cui, secondo l’Istat, il 40,0% della popolazione di 6 anni e più legge almeno un libro all’anno e il 77,2% dei lettori legge solo libri cartacei è quindi fondamentale riuscire a garantire un’offerta ampia”, aggiungono dal Comune. “La nostra idea – prosegue Stoppa – è di utilizzare parte dei fondi che ci sono stati assegnati per acquistare testi di qualità ma con limitata diffusione, premiando i piccoli editori e gli autori emergenti.

In questo modo evitiamo anche, nell’ambito del circuito della Fondazione per Leggere al quale apparteniamo, di proporre un gran numero di copie di un solo titolo che, come succede alcune volte, viene chiesto da un gran numero di lettori perché è la novità del momento. Ma ha un’attenzione limitata nel tempo.

Alla cittadinanza corsichese, proprio grazie al fatto che noi aderiamo alla Fondazione per Leggere che ci ha supportato in tutte le fasi del bando – evidenzia l’assessore – riusciamo a offrire un catalogo molto ricco che oggi conta oltre 1 milione e mezzo di documenti”.