Attualità
COMUNICATO

Trezzano sul Naviglio, una nuova vita per il Centro sportivo Luigi Fabbri

Presentato il nuovo progetto per riqualificare, ristrutturare e ampliare il centro di via Morona.

Trezzano sul Naviglio, una nuova vita per il Centro sportivo Luigi Fabbri
Attualità Trezzano, 04 Luglio 2022 ore 13:08

L’Amministrazione comunale partecipa al Bando “Sport e periferie 2022” promosso dal Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il nuovo progetto per ristrutturare il campo

TREZZANO SUL NAVIGLIO – Sono numerosi e importanti gli interventi compresi nel progetto presentato dall’Amministrazione comunale per la riqualificazione, la ristrutturazione e l’ampliamento del Centro sportivo Luigi Fabbri di via Morona.

Il Comune partecipa al Bando ministeriale “Sport e periferie 2022”

Con questo obiettivo, infatti, Trezzano sul Naviglio partecipa al Bando “Sport e periferie 2022” promosso dal Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il Comune potrebbe ottenere a fondo perduto fino a 800 mila euro, investendo anche risorse proprie pari al 15% del progetto.

Il sindaco Bottero: un'opportunità per ristrutturare il centro sportivo

“Cogliamo questa opportunità di finanziamento – spiega il sindaco Fabio Bottero, assessore ai Lavori pubblici – candidandoci a un bando ministeriale che ci permetterebbe di intervenire in modo massiccio sul centro sportivo che oggi non riesce a soddisfare tutti i requisiti e le richieste degli sportivi e dalla cittadinanza.

Il bando si è aperto da pochi giorni e il nostro Comune ha già caricato la domanda dopo aver incaricato una società specializzata per realizzare il progetto di riqualificazione, con un piano economico di 1.100.000 euro: il contributo comunale ammonterebbe a 300 mila euro. Questo costo potrebbe essere ulteriormente abbattuto a 195 mila perché intendiamo chiedere un finanziamento regionale (“Conto termico”) per le opere di efficientamento energetico”.

Numerosi gli interventi previsti:

- Efficientamento energetico degli spogliatoi esistenti (con la realizzazione del cappotto, la coibentazione della copertura con la realizzazione di un impianto fotovoltaico e un impianto solare termico, la sostituzione degli infissi)
- Rifacimento della pista di atletica con riduzione delle corsie da 8 a 6
- Rifacimento dei campi da calcio in erba sintetica: un campo a 11 e un campo a 7
- Eliminazione delle barriere architettoniche sulla tribuna;
- Efficientamento energetico impianto di illuminazione per i campi 2 e 3

Un progetto che guarda alla sostenibilità e all’inclusione

“Il progetto – continua il sindaco Bottero – è stato pensato con una particolare attenzione alla sostenibilità (grazie agli interventi di efficientamento energetico) e all’inclusione. Finalmente l’accesso alle tribune non sarà impedito alle persone con disabilità, tutti potranno così assistere e partecipare a gare di atletica e partite di calcio. Per il futuro, inoltre, lo studio di fattibilità generale già approvato con relativo quadro economico, comprende anche la realizzazione del nuovo blocco spogliatoi e di un punto ristoro”.