Nuova ambulanza per la Croce Rossa di Buccinasco

Una realtà consolidata sul territorio, una garanzia, un gruppo, una grande famiglia di persone preparate.

Nuova ambulanza per la Croce Rossa di Buccinasco
Attualità 13 Novembre 2018 ore 11:44

Nuova ambulanza per la Croce Rossa di Buccinasco.

Nuova ambulanza per la Croce Rossa di Buccinasco

BUCCINASCO – L’ambulanza era andata distrutta un paio di anni fa. Un brutto incidente, a Milano, l’aveva ridotta a un cumulo di lamiere. Inutilizzabile per i volontari della Croce Rossa di Buccinasco che ogni giorno si mettono a disposizione per aiutare chi ha bisogno. Una situazione che ha piegato le gambe all’associazione che si è trovata a dover gestire le emergenze e urgenze senza un mezzo importantissimo.

Due anni di raccolta fondi

Ma non si sono persi d’animo e hanno cominciato a rimboccarsi le maniche organizzando banchetti, mercatini, serate, eventi e iniziative per raccogliere fondi. Al loro fianco, si sono schierati politici, amministratori ma soprattutto cittadini e commercianti che hanno donato ognuno ciò che poteva per consentire ai volontari di acquistare una nuova ambulanza. Due anni di fatica, cominciati dal tamtam social sul gruppo “Sei di Buccinasco se”, per poi passare in piazza, sulla strada, nei negozi, dentro le aziende.

“Ce l’abbiamo fatta, tutti insieme”

Si sono impegnati con tutta la determinazione possibile e ce l’hanno fatta. “Ce l’abbiamo fatta – precisa Giuliano Ragusa, presidente della Cri di Buccinasco –, tutti insieme, ognuno ha contribuito e a tutti va il nostro ringraziamento”. Che poi sentire volontari che ringraziano, loro che vivono per aiutare il prossimo, fa un po’ strano. Ma non stona, perché questa volta c’è davvero da ringraziare la generosità di chi ha donato, riconoscendo l’importanza delle attività della Croce Rossa.

La nuova ambulanza

E così, nel parco macchine dell’associazione, c’è posto per la nuova moderna ambulanza, di fianco a un camper donato dall’azienda di soccorso stradale Antonicelli che ha regalato il mezzo al gruppo. Un camper che apparteneva a un medico in pensione e che ora funzionerà come unità mobile per la Cri. Una grande festa di inaugurazione, domenica, ha aperto le porte della sede di via fratelli Rosselli, quella che è anche un simbolo della lotta alla mafia: confiscata al boss Antonio Papalia, è diventata luogo di aiuto, “un presidio sociale”, come sottolinea il sindaco Rino Pruiti che ha già in mente di “aumentare lo spazio a disposizione della Croce Rossa, un’importantissima realtà sul nostro territorio”.

11 foto Sfoglia la gallery

Non solo primo soccorso

Ed è vero, perché i volontari, circa un centinaio, più sei dipendenti, sono attivi non solo negli interventi di primo soccorso ed emergenza, ma anche a sostegno dei bisognosi, attraverso, per esempio, la consegna del pacco settimanale alle 200 famiglie di Buccinasco segnalate dai servizi sociali (poi, a Natale, l’Amministrazione come da tradizione regala pacchi speciali). Ma anche aiuto per i senzatetto con le unità di strada e sostegno ai migranti. Senza contare i corsi, gli incontri, gli appuntamenti di informazione e formazione per affrontare le emergenze.

Una garanzia

Insomma, la Croce Rossa di Buccinasco è ormai una realtà consolidata sul territorio, una garanzia, un gruppo, una grande famiglia di persone preparate, dai 14 anni agli over 60, che seguono una vera e propria missione in aiuto del prossimo.

Francesca Grillo

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste