Giornale dei Navigli > Attualità > “No, non è andato tutto bene”. Una riflessione post Covid di Ventunesimodonna Corsico
Attualità Corsico -

“No, non è andato tutto bene”. Una riflessione post Covid di Ventunesimodonna Corsico

Coronavirus: nei mesi di “chiusura” nelle case sono aumentate in maniera esponenziale le chiamate delle donne ai Centri Antiviolenza nazionali e locali.

post Covid Ventunesimodonna

“No, non è andato tutto bene”. Una riflessione post Covid di Ventunesimodonna Corsico.

“No, non è andato tutto bene”. Una riflessione post Covid di Ventunesimodonna Corsico

CORSICO – Ci siamo lasciati alle spalle mesi inediti di “chiusura” nelle case, nei confini regionali e nazionali durante i quali abbiamo esorcizzato le paure cantando insieme e a distanza da finestre e balconi, appendendo bandiere arcobaleno e striscioni con “Andrà tutto bene” dipinti da mani di bambine e bambini. Un virus con la corona, un sovrano crudele ha mascherato i nostri volti e smascherato, reso visibili ed acuito problemi antichi, locali e globali. Povertà, fragilità, disuguaglianze, ingiustizie.

No, non è andato tutto bene

La violenza fisica e psicologica su donne, bambine e bambini ha continuato indisturbata ad essere agita da uomini di casa. Sono infatti aumentate in maniera esponenziale le chiamate come emerge dai dati dei Centri Antiviolenza nazionali e locali e dalla relazione della
Commissione d’inchiesta sulla violenza di genere del Senato. Sono continuati i femminicidi e, orrore e dolore insopportabili, un padre uccide i figli gemelli, un ragazzo e una ragazza, e poi si suicida per punire la donna, madre e moglie, colpevole a suo parere di voler porre fine a un rapporto. Un figlicidio, secondo noi, frutto di un’idea patriarcale della famiglia espressione di dominio maschile.

La violenza fisica e psicologica sulle donne ai tempi del virus

E non potrà andar bene per le donne dell’Umbria obbligate da una delibera regionale a tre giorni di ricovero in ospedale per l’interruzione farmacologica di gravidanza invece che in day hospital o in regime ambulatoriale. Come se non bastassero tutte le difficoltà ad applicare la legge 194. E non è andata bene a tutte noi donne escluse o sottorappresentate nelle numerose
commissioni e task force istituite durante e dopo la pandemia, molte delle quali costituite rigorosamente da soli uomini.

Lavoro, nel 2019 37mila donne lasciano per seguire i figli. E ora cosa succederà?

E non è andata bene con lo smart working perchè il peso maggiore della conciliazione tra lavoro e cura della prole è stato sostenuto dalle donne, salvo nicchie di uomini nuovi che condividono la conduzione della famiglia. E se nel 2019, in assenza di covid, 37mila
lavoratrici madri nella fascia d’età 29-44 anni hanno lasciato volontariamente il lavoro, possiamo immaginare cosa possa succedere se si continua a non investire in servizi a partire dalla scuola.

Il coronavirus e le donne

Il virus con la corona ha smascherato anche l’antistorica “rimozione” del pensiero delle donne e la sottovalutazione del valore della loro presenza nella sfera pubblica consapevolmente agita o frutto di stereotipi difficili da scardinare. Riemergono come normale l’idea e l’azione che il potere delle decisioni possa ancora essere appannaggio di soli uomini. In presenza di saperi e competenze che le donne hanno ampiamente dimostrato di possedere in tutti i campi, nella scienza, nella medicina, nell’economia, nei servizi di cura,
nell’insegnamento, nel governo di città e di Stati.

post Covid Ventunesimodonna

Facciamoci sentire, ripartiamo dalle donne

Tocca a noi donne agire affinché Tutto possa andare meglio. Dobbiamo far sentire le nostre voci, fare cerchio, immaginare, costruire e pretendere un DOPO governato anche dalle donne. Abbiamo risorse ed intelligenze. Potrebbe essere questo il momento dell’azione per ripensare, riprogettare il tempo nuovo e scongiurare il tentativo già attivato da molti uomini di potere in varie parti del mondo di utilizzare il virus e la pandemia in chiave autoritaria, partendo dalle donne intanto…

Ventunesimodonna Corsico

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente