Giornale dei Navigli > Attualità > Minuto di silenzio e lenzuolo bianco in memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino
Attualità Naviglio grande -

Minuto di silenzio e lenzuolo bianco in memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino

Tutti i sindaci d'Italia ricorderanno le vittime della mafia. E ai cittadini l'invito a esporre un lenzuolo bianco sul balcone.

Minuto silenzio lenzuolo bianco

Minuto di silenzio e lenzuolo bianco in memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Minuto di silenzio e lenzuolo bianco in memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino

MILANO – Un gesto simbolico, ma tenere vivo il ricordo assume oggi più che mai un’assoluta importanza. I sindaci d’Italia, con la fascia tricolore, ricorderanno oggi le vittime della mafia. Ai cittadini invece l’invito a esporre un lenzuolo bianco dai balconi in occasione della Giornata della Legalità.

Un minuto di silenzio in memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino

Il 23 maggio 1992, alle 17:57, mentre percorreva il tratto di autostrada A29 per raggiungere la sua abitazione a Palermo, dopo essere atterrato all’aeroporto di Punta Raisi, il magistrato antimafia Giovanni Falcone fu vittima di un attentato. L’esplosivo, posizionato in una canalina sotto la carreggiata, all’altezza di Capaci/Isola delle Femmine, investì la sua auto e quelle della scorta.
A causa dell’attentato persero la vita il giudice Falcone, la moglie Francesca Morvillo, anche lei magistrato e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.
Ci furono 23 feriti, fra i quali gli agenti Paolo Capuzza, Angelo Corbo, Gaspare Cervello e l’autista giudiziario Giuseppe Costanza.

Oggi, sabato 23 maggio 2020, alle ore 17:57, in tutta Italia, i Sindaci con la fascia tricolore osserveranno un minuto di silenzio in memoria del giudice Falcone, delle vittime della strage di Capaci e di tutte le vittime della mafia. Il minuto di silenzio sarà l’occasione per onorare anche l’amico e collega di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, che senza farsi intimorire da quanto era accaduto proseguì con coraggio il proprio lavoro e anch’egli perse la vita nella strage di via D’Amelio, il 19 luglio dello stesso anno.

Il Governatore Fontana “Mai dimenticare chi ha dato la vita per la lotta alla mafia”

Anche il Presidente di Regione Lombardia oggi, ha voluto oggi ricordare la strage di Capaci “Non bisogna mai dimenticare chi, con forza, coraggio e assoluta determinazione, ha dato la vita per contrastare la mafia. Un cancro con cui oggi ci troviamo a combattere – ha scritto sulla sua pagina Facebook il Governatore. Da ieri sera inoltre Palazzo Lombardia è illuminato con la scritta “Capaci 23-05-92 per ricordare il magistrato Giovanni Falcone, la moglie e gli agenti della scorta.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente