Mascherine gratuite distribuite a tutti i cittadini

L’Amministrazione di Basiglio ha deciso di consegnare le mascherine a tutti i cittadini.

Mascherine gratuite distribuite a tutti i cittadini
Attualità 07 Aprile 2020 ore 11:12

Mascherine gratuite distribuite a tutti i cittadini.

Mascherine gratuite distribuite a tutti i cittadini

BASIGLIO – Dopo averle garantite ai soccorritori, alle forze dell’ordine, alle famiglie in quarantena e in isolamento, l’Amministrazione ha deciso di consegnare le mascherine a tutti i cittadini.

In attesa di quelle comunali che saranno riutilizzabili

Avranno uno schermo protettivo formato da un tessuto a tre strati, con trattamento esterno anti goccia e con una membrana interna che ferma l’entrata di acqua e aria, isolando la bocca e il naso da contaminazioni aeree dell’ambiente esterno. Vista l’ultima ordinanza di Regione Lombardia – sottolinea il sindaco Lidia Reale – e in attesa che arrivi la nostra fornitura di mascherine in tessuto idrorepellente a tre strati e riutilizzabili che consegneremo a tutti i cittadini, abbiamo accolto la disponibilità di Banca Mediolanum che ne fornirà gratuitamente una tipologia usa e getta”.

In arrivo quelle usa e getta offerte da Banca Mediolanum

I dispositivi saranno consegnati grazie alla collaborazione del Comprensorio e della sua vigilanza, oltre che dei volontari dell’ANC, di Croce Amica e della Protezione civile. Non hanno la certificazione come presidio medico (PM) o DPI, però sono sufficienti per garantire il rispetto delle prescrizioni regionali. Oggi inizia la distribuzione.

Il sindaco Reale: prima non servivano e ora arriva l’ordinanza regionale

“Nelle scorse settimane ho chiesto ripetutamente a Regione Lombardia, insieme ad altri sindaci – precisa il sindaco – di garantirci un’adeguata fornitura anche di mascherine per tutta la cittadinanza. Mi è stato risposto che non servivano e ora arriva l’ordinanza. A questo si aggiunga la divergenza di valutazioni tra il Governatore lombardo e il capo della Protezione civile nazionale. Una situazione paradossale – prosegue il sindaco – di fronte alla quale non possiamo rimanere inerti. Così abbiamo deciso di intervenire direttamente con un investimento oneroso, ma che possa garantire a tutte le famiglie di avere dispositivi protettivi riutilizzabili nel tempo. Occorrerà però attendere ancora alcuni giorni, perché sono molto poche le aziende italiane che le producono e commercializzano e non riescono a soddisfare le numerose richieste che arrivano loro”.

Sostieni Il Giornale dei Navigli 
Clicca il bottone  e scegli il tuo contributo, grazie!

 Perchè questa richiesta


TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste