Giornale dei Navigli > Attualità > Maltempo: tetti scoperchiati dal vento in Lombardia, nubifragi in Piemonte
Attualità Naviglio grande -

Maltempo: tetti scoperchiati dal vento in Lombardia, nubifragi in Piemonte

È stato trovato morto poco fa il runner disperso dal tardo pomeriggio di ieri nel Varesotto.

maltempo lombardia piemonte

Maltempo: tetti scoperchiati dal vento in Lombardia, nubifragi in Piemonte.

Maltempo: tetti scoperchiati dal vento in Lombardia, nubifragi in Piemonte

MILANO – In Lombardia hanno soffiato venti talmente forti da scoperchiare tetti e palestre, colpite in particolare alcune scuole dal Varesotto al Lecchese mentre in Piemonte si sono abbattuti violenti nubifragi, in particolare nel Biellese. Questo il bilancio del maltempo che ha colpito il Nord Italia oggi, venerdì 25 settembre 2020.

Varesotto sferzato da un vento fortissimo

Un vento fortissimo quello abbattutosi in mattinata in Provincia che sta causando danni in tutto il territorio. È stato trovato morto il runner disperso dal tardo pomeriggio di ieri a Luvinate (Varese). I vigili del fuoco e il 118 hanno recuperato poco fa il corpo, sul greto di un torrente in una località nei pressi di via San Vito. L’uomo, F.M. di 61 anni, scomparso da Barasso (Varese) probabilmente è stato sorpreso dal forte temporale che ieri ha provocato allagamenti e smottamenti, e potrebbe essere caduto o essere stato travolto dall’acqua.

 Due persone rimaste intrappolate nella loro abitazione invasa da fango e detriti, sono state tratte in salvo dai vigili del fuoco a Castelveccana (Varese), località Battistone. Si tratta di una coppia di anziani la cui abitazione è stata travolta dall’acqua a causa del maltempo. Al momento entrambi risultano in buone condizioni di salute.

LEGGI: Bufera sul Tradatese, crollati gli alberi di via Rossini alle Ceppine FOTO E VIDEO

LEGGI: Bufera: scoperchiate la chiesa di Santo Stefano e l’ala nord dell’Ospedale FOTO e VIDEO

LEGGI: Strappato dal vento il tetto della palestra delle scuole di Venegono FOTO

LEGGI: Scuola scoperchiata a Castelseprio: alunni e docenti evacuati FOTO e VIDEO


LEGGI: Casa invasa da fango e detriti, due persone salvate a Castelveccana FOTO

Disastri anche nel Comasco e nel Lecchese

Il maltempo ha provocato danni molto seri in provincia di Lecco, nei paesi a cavallo tra il Casatese e l’Oggionese. Il paese più colpito è stato Nibionno, dove la palestra di Tabiago è stata scoperchiata e dove numerosi alberi sono stati abbattuti.

Il maltempo sta interessando anche tutto il Comasco, in particolare si segnalano disagi a Como e sulla Statale Regina. Raffiche di vento e alberi caduti nell’Olgiatese.

LEGGI: Maltempo, scoperchiata una palestra e alberi abbattuti FOTO

LEGGI: Maltempo disagi a Como e Statale Regina chiusa al traffico VIDEO

Colpita anche la Valle Seriana bergamasca

Maltempo in Val Seriana da mezzogiorno di oggi, venerdì 25 settembre, come previsto dalle previsioni meteo. Forti raffiche di vento e pioggia, in alcuni tratti mista a grandine, hanno interessato tutto il territorio causando alcuni danni.

LEGGI: Maltempo, sottopasso allagato e alcune piante cadute

A Pavia e Novara risaie funestate dalla grandine

Una violenta grandinata ha investito le risaie in provincia di Pavia al confine con Novara dove tutto è pronto per la raccolta del riso.

LEGGI: Violenta grandinata sulle risaie alla vigilia del raccolto: spighe “svuotate” e danni fino al 100%

A Vercelli alberi abbattuti

LEGGI: Albero caduto chiusa via Tribunale – video

Impressionante il fiume di acqua e ghiaccio nel Biellese

Non solo Biella è stata martoriata dal cattivo tempo questa mattina, venerdì 25 settembre, tutto il Biellese, infatti, è stato colpito da una violenta perturbazione.

LEGGI: Maltempo, violenta grandinata e danni a Brusnengo VIDEO

 

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente