Giornale dei Navigli > Attualità > Lo strano caso del decoder di Sky
Attualità Naviglio grande -

Lo strano caso del decoder di Sky

Storie di disservizi che altrove non troverebbero spazio. Vuoi raccontarci le tue? Oggi parliamo di Sky

decoder di sky

Lo strano caso del decoder di Sky

Lo strano caso del decoder di Sky

Possiedo una casa in montagna. In un luogo tipo Frittole, lontano dagli uomini, alcuni lo definiscono un “buen ritiro”. Dopo una valida ristrutturazione filologica, anni fa, impianto una parabola, poco filologica, e doto la casa di un decoder sky, usato, acquistato su un sito online di annunci tipo vattelappesca.com. Così facendo, ogni weekend che decido di trascorrere sulle Montagne Verdi (cit.), mi è sufficiente portare da Milano la sola scheda sky e tutto diventa più semplice.

L’appunto

Prima obiezione:ma lo sai che nel contratto è scritto che tu non puoi spostare la scheda dall’indirizzo che hai indicato all’atto della stipula? Si, ora lo so, ma capisco anche che questa cosa è utilizzata inconsapevolmente da noi utenti da sempre. “Si, ribatte illo, ma se c’è scritto e tu hai firmato di cosa ti lamenti?” Ecco se anche voi avete pensato così, per voi il pezzo finisce qui. Per gli altri proseguiamo anche perché il problema sta nella gestione della vicenda e non nella postilla.

Tutto comincia…

Riprendiamo. Ai primi di settembre il decoder della montagna, regolarmente attivo, dopo aver inserito la mia card indica a video un codice errore che richiede di restare in attesa, con il decoder acceso, per un aggiornamento/associazione card-decoder. Visto che il messaggio rimane fisso e non succede nulla, dopo un paio d’ore decido di chiamare il call center. E’ venerdi 11 settembre. E da qui parte la vicenda. Mi viene chiesto il codice della scheda, il numero di matricola del decoder e a quel punto di aspettare qualche ora che tutto si risolva. Sabato 12 il messaggio continua ad imperare sullo schermo e decido di richiamare. Il nuovo operatore mi dice di aver pazienza, che ci vuole più tempo. Arriva la domenica è tempo di rientrare in città, tolgo la scheda e la tv continua a inviare il messaggio di errore.

L’assistenza extra

In settimana, prima di risalire i monti, chiamo il call center extra dei clienti ultraventennali; mi viene chiesto di nuovo il codice del decoder, che non ho con me e mi viene fatto comunque notare che non c’è nessuna pratica tecnica aperta quindi probabilmente è tutto ok. Fiducioso, il venerdi 18 reinserisco la card, ma nulla funziona. Com’è, come non è, richiamo il call center Sky dove riparte la “tarantella”: numero di codice decoder, numero della card e la richiesta di qualche ora di pazienza; il mattino dopo nulla si vede e quindi richiamo. Siamo a sabato 19. Richiamo e da buon milanese mi imbruttisco; comincio a vantarmi di pagare 80 euro al mese l’abbonamento Sky da 28 anni, che Netflix e amazon prime sono notevolmente più convenienti, che oltre al calcio non vedo nulla e che se non mi risolvono il problema e mi deliziano con qualche regalino, a storno della sofferenza catodica, abbandonerò Caressa e compagnia. L’operatore promette che l’assistenza tecnica sarà tutta concentrata a risolvere il mio caso, anomalo e la settimana successiva nelle Montagne Verdi il decoder funzionerà.

Nulla cambia

Passano altri sette giorni e al mio ritorno in collina, acceso, il decoder continua a trasmettere orgogliosamente, sbeffeggiandomi come sempre, il suo messaggio di errore. Basta è finita: chiamo il call center e risponde un operatore iperpro che sentito il problema mi epifanizza la verità: il mio decoder è anziano, troppo anziano per accettare il cambio di frequenze operato da sky pochi mesi addietro, se ho capito bene per far posto a quelle del 5G; l’operatore mi segnala che come “cliente extra”, un po’ come la marmellata di amarene, ho diritto ad acquistare un secondo decoder scontato al 50% per la modica cifra di 79 euro. No, non ci sto e riparto con la “tiritera” molto milanese del pago e pretendo, lamentandomi della poca accuratezza degli operatori che l’hanno preceduto. Ci salutiamo.

L’acquisto

In settimana, in città, ci ripenso e mogio mogio chiamo Sky per accettare la proposta di acquisto del decoder. Chiedo la spedizione all’indirizzo dell’ufficio. Dopo sette giorni non vedo nulla. Chiamo Sky; com’è come non è il sistema ha rimbalzato la pratica di acquisto. Non ci sono problemi amministrativi è una situazione a detta dell’operatore Sky curiosa, rara e inspiegabile. Quindi si apre una nuova vendita e io trascorro un nuovo fine settimana senza Sky. (Lavoro, guadagno, spendo, pretendo e non vedo nulla semicit.).

L’attesa

Passano altri sette giorni e il decoder non arriva. Richiamo. Com’è come non è il sistema ha rimbalzato ancora la pratica di acquisto senza che nessuno mi avvisi (MelaC MelaV – questa non è per tutti). Quindi niente decoder, mille scuse, io che mi lamento dei soldi che lascio a Sky per un  prodotto acquistato e non ancora consegnato e per un servizio che pago intero ma 3 giorni su 7 a settimana non uso.. Altro weekend senza sky.  Siamo al giorno 9 non arriva nulla e stavolta MelaC e Mela V la fate voi; in più c’è solo l’operatore che mi lascia in attesa per dirmi che ha segnalato il caso alla loro area tecnica, che non si spiega perché il sistema rifiuti la vendita e che sta chattando con i tecnici in real time, tecnici che gli dicono di dire al cliente che entro sette giorni il problema lo risolvono.

Ad oggi

Bene, oggi è il 15 ottobre e del decoder nessuna traccia; chiamerò di nuovo Sky perché non ho avuto nessuna notizia e ovviamente nessun decoder. E’ passato più di un mese e io pago Sky 30 giorni per vederlo meno di 20. Cosa mi sentirò raccontare? MelaC MelaV ? Vi aggiornerò.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia! Protesta studenti Falcone Righi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente