Giornale dei Navigli > Attualità > Liliana Segre cittadina onoraria di Buccinasco
Attualità Buccinasco -

Liliana Segre cittadina onoraria di Buccinasco

La delibera, proposta al Consiglio Comunale dal sindaco Rino Pruiti, è stata votata all’unanimità.

Liliana Segre cittadina onoraria

Liliana Segre cittadina onoraria di Buccinasco.

Liliana Segre cittadina onoraria di Buccinasco

BUCCINASCO – Ieri sera il Consiglio comunale di Buccinasco all’unanimità ha deciso di conferire la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre, come proposto nelle scorse settimane dal sindaco Rino Pruiti.

Le parole del sindaco Pruiti

“Come avevo annunciato all’indomani del conferimento della scorta alla senatrice a vita – spiega il primo cittadino di Buccinasco – abbiamo sentito il dovere di prendere una posizione, di fare noi stessi da scorta ideale a Liliana Segre come altri Comuni italiani e come nei giorni scorsi hanno voluto fare i 600 sindaci che hanno sfilato a Milano.

La delibera votata all’unanimità

Il Consiglio comunale, e di questo ne sono orgoglioso, all’unanimità ha deciso di dare la cittadinanza onoraria a Liliana Segre con questa motivazione: per l’opera di testimonianza e mantenimento della memoria della Shoah, di cui fu vittima, e per l’impegno per i diritti umani e per la battaglia contro l’indifferenza”.

La delibera votata dal Consiglio comunale

“La sua storia – si legge nella delibera votata dal Consiglio comunale – la sua esperienza, le sue azioni di alto valore a vantaggio della Nazione e dell’Umanità intera contro l’indifferenza della gente che oggi come allora, rischia di metterci davanti a violazioni dei nostri diritti umani, sono le giuste ragioni per ritenere la senatrice a vita Liliana Segre, parte integrante della nostra comunità”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente