Giornale dei Navigli > Attualità > “Le parole sono importanti”: come i media raccontano la violenza di genere
Attualità Trezzano -

“Le parole sono importanti”: come i media raccontano la violenza di genere

L’incontro si terrà giovedì 21 novembre alle ore 21 al Punto Expo di via Vittorio Veneto a Trezzano sul Naviglio.

Le parole sono importanti

“Le parole sono importanti”: come i media raccontano la violenza di genere.

“Le parole sono importanti”: come i media raccontano la violenza di genere

TREZZANO SUL NAVIGLIO – Si intitola “Le parole sono importanti” l’incontro che si terrà giovedì 21 novembre.

Il dibattito organizzato da Demetra Donne

Demetra Donne, associazione che da anni si batte per la tutela dei diritti femminili e la lotta contro ogni tipo di violenza, organizza un dibattito sul linguaggio che alcuni media utilizzano per raccontare la tragica cronaca, sempre più tristemente attuale, delle violenze di genere.

Si usano termini fuorvianti che a volte giustificano atti violenti

“Termini fuorvianti che a volte alimentano e giustificano questi atti – spiegano dall’associazione –. Raccontare i femminicidi come raptus, amore malato, gelosia folle, parlare di violenza come di un fatto privato e diffondere immagini di coppie felici è già violenza. Una donna non viene uccisa per mano di chi si trova in balìa di una tempesta emotiva: le parole sono importanti”.

L’iniziativa è sostenuta dal Comune di Trezzano

L’iniziativa, sostenuta dal Comune di Trezzano, vedrà protagoniste due donne: Marina Cosi, giornalista e socia fondatrice di Giulia (Rete nazionale Giornaliste Unite, Libere, Autonome) e Maria Ficara, giornalista ed esperta in comunicazione istituzionale.

Appuntamento alle ore 21 al Punto Expo di via Vittorio Veneto.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente