Giornale dei Navigli > Attualità > La Fippi di Rho produrrà 900mila mascherine al giorno
Attualità Naviglio grande -

La Fippi di Rho produrrà 900mila mascherine al giorno

E' la prima azienda italiana a essere stata autorizzata dall’Istituto superiore di sanità

fippi rho

La Fippi di Rho produrrà 900mila mascherine al giorno

La Fippi di Rho produrrà 900mila mascherine al giorno

L’Istituto Superiore della Sanità ha dato il suo ok e finalmente la Fippi di via San Martino a Rho inizierà la produzione di 900mila mascherine al giorno.

La conferma

Come anticipato dai colleghi di primamilanoovest.it, la Fippi, storica azienda di Rho che produce pannolini per bambini è la prima azienda italiana a essere stata autorizzata dall’Istituto superiore di sanità a produrre le mascherine.

Il presidente Fontana: Una notizia che aspettavamo da giorni

“Davvero una bella notizia. Un responso che attendevamo da giorni”. Ha usato queste parole il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana per commentare l’ok dell’Istituto Superiore della Sanità. “Siamo molto contenti dell’approvazione da parte di ISS alle mascherine prodotte da Fippi. Il lavoro svolto da Regione Lombardia, Politecnico di Milano e dall’azienda è stato finalmente riconosciuto e le mascherine potranno essere utilizzate dai nostri sanitari all’interno degli ospedali e delle Rsa, categorie che più ne hanno bisogno”.

La produzione andrà avanti fino al 31 dicembre

La Fippi, dopo aver riconvertito un impianto che produceva pannolini per bambini, organizzato la produzione, la «pallettizzazione» e il confezionamento, riuscirà a pieno regime a produrre fino a 900mila mascherine in 24 ore fino al prossimo 31 dicembre.

Delivery banner

Idea nata da un’esigenza interna all’azienda

L’idea e’ nata da un’esigenza interna all’azienda – spiega Claudio Guarnerio, amministratore delegato di Fippi – per proteggere i dipendenti. Abbiamo utilizzato una parte del materiale del pannolino per creare delle mascherine da utilizzare in un primo momento al nostro interno. Successivamente, contattati da Regione Lombardia abbiamo deciso di dare un contributo alla produzione. Con il Politecnico abbiamo individuato la materia prima idonea, collaborando con l’azienda Atex specializzata in tessuto non tessuto per l’utilizzo medicale

L’assessore regionale Caparini

La nostra perseveranza – ha affermato l’assessore al Bilancio Davide Caparini – è stata premiata. Un pressing a tutto campo che ci consente di dotare la Lombardia, ma non solo la nostra regione, di una nuova e importante produzione di dispositivi di prevenzione individuale quanto mai importanti e necessari”.

Il consigliere Giudici

“L’impegno in prima linea di questa realtà milanese, che è riuscita in tempi brevi a mutare parte della propria produzione destinandola a questo scopo ci riempie d’orgoglio, specie per il buon risultato in termini di qualità che si è riusciti ad ottenere – afferma il consigliere Regionale e Comunale della Lega Simone Giudici

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente