Attualità
benemerenze civiche

La Festa di Corsico 2023 si chiude con la premiazione a chi ha dato valore alla città

La consegna delle benemerenze civiche ha chiuso ufficialmente i diciassette giorni della “Festa di Corsico”

La Festa di Corsico 2023 si chiude con la premiazione a chi ha dato valore alla città
Corsico Aggiornamento:

Dopo 17 giorni di iniziative culturali e d’intrattenimento pensate per tutti la kermesse corsichese ha chiuso i battenti con la consegna delle benemerenze civiche che ha visto cinque  premiati.

Premiato a Corsico chi ha dato valore alla città

CORSICO - La consegna delle benemerenze civiche ha chiuso ufficialmente i diciassette giorni della “Festa di Corsico”.

Migliaia di persone hanno partecipato agli eventi

Tante iniziative hanno raccolto migliaia di persone che hanno partecipato agli spettacoli messi in scena dalle compagnie teatrali, show di acrobati, concerti, laboratori per bambini e adulti, giochi e momenti di riflessione.

Il sindaco ringrazia tutti per il grande lavoro

“Una festa che ha animato e colorato Corsico – commenta il sindaco Stefano Martino Ventura –, resa possibile grazie al lavoro di tante persone, a cui va il mio profondo ringraziamento. Dagli uffici, in particolare l’Ufficio Cultura che si è impegnato senza sosta per offrire una programmazione di qualità, a tutte le associazioni che ci hanno aiutato. Fondamentale il supporto delle forze dell’ordine, della Protezione civile e di tutte le associazioni che si occupano di sicurezza”.

Un lavoro di squadra che ha offerto un calendario ricco, concluso domenica con la consegna delle benemerenze cittadine a donne, uomini e associazioni che hanno donato valore a Corsico in diversi campi.

Tutti i nomi dei premiati

Per l’ambito lavoro e imprenditoria, il “Ponte d’argento”, la benemerenza civica, è stata consegnata a Nicola Dell’Osa dell’omonimo storico negozio di ottica: 50 anni di esperienza e passione per il lavoro che svolge con competenza e professionalità.

Per l’ambito sociale, è stata premiata l’Associazione Itaca, “per il preziosissimo lavoro di integrazione delle persone straniere all’interno della nostra comunità attraverso l’insegnamento della lingua italiana”, la motivazione. La presidente Marisa Lanzi è salita sul palco con le tante infaticabili volontarie che tendono una mano a chi si trova in difficoltà.

I premi civici "Ponte d'Argento"

Per l’ambito sportivo, il “Ponte d’argento” è stato consegnato a Iago Zucchi (ritirato dalla moglie Flora e dal figlio Iury) per l’impegno fondamentale nel mondo dell’associazionismo sportivo di Corsico e la passione nell’insegnamento dello sport e dei suoi valori.

Il riconoscimento a Suor Teresina, scomparsa a gennaio

La cerimonia delle benemerenze, consegnate dal presidente del Consiglio comunale Giandomenico Casarini, dalle consigliere Luigina Spaccini e Rita Pogliaghi, e dal sindaco Ventura, è proseguita con grande emozione per il riconoscimento a Suor Teresina, un’istituzione a Corsico che ha cresciuto bambine e bambini per oltre 50 anni, una tra le prime suore a diffondere il Metodo Montessori (hanno ritirato il premio le suore del Piccolo Cottolengo Don Orione).

Applausi e lacrime per l’indimenticato Manuel Frattini

Infine, applausi e lacrime per l’indimenticato Manuel Frattini, poliedrico artista premiato per “l’eccellenza artistica nel genere musical – la motivazione della benemerenza – grazie a cui ha regalato momenti di vera gioia a tantissime persone”. La consegna del premio, accompagnata da tanta emozione, è andata a Patrizia Belloni, nipote di Frattini e presidente dell’Associazione culturale Manuel Frattini.

Premiato chi ha dato lustro alla città

“Sono persone che hanno dato lustro a Corsico, persone con grandi valori – ha concluso il sindaco Ventura –. Ma è importante anche saper riconoscere il valore degli altri: per questo ringrazio chi ha proposto le candidature rendendo possibile la riconoscenza della città a chi, ognuno nel suo modo, ha contribuito a cambiarla e migliorarla”.

TG

Seguici sui nostri canali