Attualità
DIFFAMAZIONE

Klaus Davi diffama il Comune di Buccinasco: condannato. Pruiti: "Soldi usati per rassegna antimafia"

Commenti durissimi che sono costati al massmediologo Klaus Davi una denuncia per diffamazione presentata dal Comune di Buccinasco.

Klaus Davi diffama il Comune di Buccinasco: condannato. Pruiti: "Soldi usati per rassegna antimafia"
Attualità Buccinasco, 06 Novembre 2021 ore 13:03

Klaus Davi diffama il Comune di Buccinasco: condannato. Pruiti: "Soldi usati per rassegna antimafia".

Klaus Davi diffama il Comune di Buccinasco: condannato. Pruiti: "Soldi usati per rassegna antimafia"

BUCCINASCO – “Quando lo Stato si allea palesemente con la mafia, questo Stato mi fa veramente schifo. Dovrebbero essere i politici a denunciare le attività illecite dei mafiosi, soprattutto se ce li hanno in casa. E non puntare subdolamente sul quieto vivere attraverso mezzi intimidatori. Tutti dovranno vedere fino a che punto la bassezza delle istituzioni locali può arrivare per assicurarsi il plauso dei clan. A Buccinasco i mafiosi possono dormire tranquilli con simili istituzioni”.

Commenti durissimi che sono costati al massmediologo Klaus Davi una denuncia per diffamazione presentata dal Comune di Buccinasco. La vicenda risale a fine 2017, quando il Comune aveva multato Davi per la campagna di affissione di manifesti in città che ritraevano Rocco Papalia in versione drag queen (anche Papalia ha querelato Davi).  Il sindaco Rino Pruiti ne aveva fatta una questione di legalità e rispetto delle regole, ma a Davi la multa non era andata giù. La questione è finita in tribunale e il massmediologo è stato condannato in seguito alla sentenza del giudice Mattia Fiorentini.

Davi dovrà pagare 1.500 euro di multa (pena sospesa) e un risarcimento di 10mila euro come danno alla parte civile, disponendo la non menzione della condanna. Davi fa sapere tramite il suo entourage che c’è “massimo rispetto per le sentenze e la magistratura, aspettiamo le motivazioni per rilasciare dichiarazioni”.

Ha appreso la notizia della condanna anche il sindaco Rino Pruiti:

“Il Comune di Buccinasco – commenta – è impegnato nella difesa della legalità su ogni fronte: le regole devono sempre valere per tutti. E come era prevedibile, insultare e diffamare uno dei comuni che ha fatto della lotta alle mafie una chiara missione  è un reato. Useremo i soldi per le prossime iniziative della rassegna Buccinasco contro le mafie. Lo stesso Davi – prosegue Pruiti –anche all'indomani dell'omicidio Salvaggio ha continuato a diffamare sindaco e Comune accusandoci pubblicamente di non aver fatto nulla per denunciare e prevenire la 'ndrangheta, dimostrando ancora una volta di non conoscere l'impegno concreto del nostro Comune, prima di tutto, l'atto rivoluzionario di compiere il proprio dovere, che da anni tiene alta l'attenzione sulla lotta alla criminalità, segnala, denuncia e organizza iniziative di educazione alla legalità. Non escludiamo ulteriori querele”.