Giornale dei Navigli > Attualità > Italia bronzo ai Mondiali di ginnastica artistica: tra le Fate anche una rozzanese FOTO
Attualità, Sport Rozzano -

Italia bronzo ai Mondiali di ginnastica artistica: tra le Fate anche una rozzanese FOTO

Si tratta di Desiree Carofiglio, 19 anni, che con le altre Fate ha portato a casa un risultato storico ai Mondiali di Stoccarda.

Mondiali di ginnastica artistica

Italia bronzo ai Mondiali di ginnastica artistica: tra le Fate anche una rozzanese.

Italia bronzo ai Mondiali di ginnastica artistica: tra le Fate anche una rozzanese

ROZZANO – C’è anche la rozzanese Desiree Carofiglio, 19 anni, tra le Fate che hanno portato a casa un risultato storico ai Mondiali di Stoccarda di ginnastica artistica: bronzo per le atlete azzurre. Una medaglia che mancava all’Italia da 69 anni, quando ai Mondiali di Basilea la nostra squadra era salita sullo stesso gradino del podio.

Le Fate premiate

SFOGLIA LA GALLERY:

Insieme a Desiree, atleta della Futuregym 2000 di Rozzano, anche la 16enne Giorgia Villa, nata a Ponte San Pietro, Bergamo, Elisa Iorio, di Modena, e le gemelle Asia e Alice D’Amato, di Genova, tutte 16 anni (Martina Maggio, 18 anni, di Villasanta, provincia di Monza Brianza, ha partecipato come riserva).

La soddisfazione del coach Casella

Grande soddisfazione per il coach Enrico Casella che ci ha creduto da subito: “Alle ragazze ho detto che c’era troppo blu e rosso tra le bandiere, mancava un po’ di verde”, ha raccontato l’allenatore, riferendosi alle bandiere degli Stati Uniti e della Russia, arrivate prime e seconde. “E il verde è arrivato”, hanno detto in coro le Fate che hanno conquistato il risultato storico dopo una prestazione eccellente nel corpo libero, volteggio, parallele e anche alla trave, nonostante una caduta, affrontata però con grande determinazione per portare a casa il risultato.

Conquistata anche la qualificazione ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020

Così è stato e le ragazze hanno conquistato una vittoria importante, oltre alla qualificazione ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Un risultato che purtroppo non è arrivato, per mezzo punto, per la squadra maschile di ginnastica, esclusa dalle Olimpiadi. Le Fate hanno voluto dedicare la vittoria a loro e ai genitori, alle famiglie “indispensabili nella vita di ogni atleta. Grazie anche ai nostri genitori siamo ora qui”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente