Attualità
la premiazione

Il Trezzanino d'Oro a Norberto Milani. Menzioni speciali e d'onore a chi ha fatto bella la città

Consegnate a Trezzano le benemerenze 2022. Ecco tutti i nomi dei cittadini premiati.

Il Trezzanino d'Oro a Norberto Milani. Menzioni speciali e d'onore a chi ha fatto bella la città
Attualità Trezzano, 20 Settembre 2022 ore 09:46

L’ambita statuetta “Trezzanino d’oro” va a Norberto Milani ma nella serata ci sono state altre diverse premiazioni e menzioni, anche d’onore. Ecco tutti i cittadini premiati.

La consegna delle benemerenze civiche di Trezzano

TREZZANO SUL NAVIGLIO – Momenti emozionanti alla consegna delle benemerenze civiche di Trezzano. Diverse menzioni, anche d’onore, e un vincitore dell’ambita statuetta “Trezzanino d’oro”. È Norberto Milani, “per le sue iniziative divulgative di alto livello, per la sua costanza e passione nell’avvicinare le persone, soprattutto i ragazzi, alla scienza dando loro la possibilità di vedere oltre i nostri confini”.

Ecco i nomi dei cittadini premiati

Menzione per Giuseppe Foieni, “per avere servito con disinteresse e dedizione la Croce Verde Trezzano per oltre 35 anni di attività”, si legge sulle motivazioni. Premiato anche il Comitato Parco Neruda, “per aver ideato e creato, partendo dal nulla, un parco oggi vivibile da tutti i cittadini”. Tra i vincitori anche Fabio Fiamberti “per il suo impegno costante per i giovani e nel sociale”. E ancora, menzione per il maresciallo Michele D’Errico, “per aver creato la sezione di Trezzano sul Naviglio dell’Associazione Nazionale Carabinieri e per il contributo dato servendo la sua città con disinteresse e dedizione”.

Francesco Paiano ha ricevuto il riconoscimento per l’impegno profuso nella divulgazione scientifica tra i più giovani per aver portato il nome di Trezzano in Europa, mentre Mecedes Mas Sole e i volontari del lago Mezzetta sono stati premiati “per aver ridato vita ad un luogo dimenticato, creando un’oasi naturalistica e mettendo il proprio operato al servizio della comunità”.

Due menzioni d’onore

La prima a Giuseppe Speranza, “chiaro esempio di virtù civiche si è prodigato con generoso spirito di solidarietà agendo come coordinatore del gruppo di volontari della Protezione civile”. La seconda a Giampaolo Santini, “per aver impiegato la sua passione per lo sport come collante e strumento di crescita per le giovani generazioni, per avere servito la comunità di Trezzano sul Naviglio, con disinteresse e dedizione e per aver creato un progetto editoriale che ha varcato i confini italiani”.