Menu
Cerca

Anche Il Gigante e Fratelli Madaffari accettano i buoni spesa (e lo sconto aggiuntivo)

Le pratiche di assegnazione dei buoni procedono. Al momento soddisfatte le domande di 140 famiglie.

Anche Il Gigante e Fratelli Madaffari accettano i buoni spesa (e lo sconto aggiuntivo)
Attualità 22 Aprile 2020 ore 10:37

Anche Il Gigante e Fratelli Madaffari accettano i buoni spesa (e lo sconto aggiuntivo).

Anche Il Gigante e Fratelli Madaffari accettano i buoni spesa (e lo sconto aggiuntivo)

CESANO BOSCONE – Un supermercato e un negozio si aggiungono a Esselunga ed Emporio della Solidarietà nella lista degli esercenti che accettano i buoni alimentari erogati dal Comune.

Due esercizi commerciali in più e sconto 15%

Anche al Gigante in via Roma e dai Fratelli Madaffari in via Mazzini 10 si potranno utilizzare i buoni spesa, erogati per sostenere le famiglie che si trovano in difficoltà. Tutti e quattro gli esercizi commerciali non solo hanno dato la loro disponibilità, ma hanno anche aderito all’iniziativa promossa dal Comune con la quale si chiedeva a questi ultimi di concedere, a chi presentasse il buono, un ulteriore sconto del 15%, in modo da poter accrescere il potere di acquisto.

Il commento del sindaco Negri

“Mi preme ringraziare anche questi due ultimi esercizi commerciali – commenta il sindaco Simone Negri - per la sensibilità che hanno manifestato, oltre al loro legame con Cesano, che si evince proprio in questi momenti. L‘attività dei Fratelli Madaffari aveva già dato un assenso a voce prima di Pasqua e ha formalizzato successivamente la propria adesione. Relativamente al supermercato Il Gigante, invece, è stato necessario chiarire alcune questioni tecniche legate all'impiego dell'app e far ratificare da parte della dirigenza un maggiore sconto per i cittadini della nostra zona, come richiesto dalla nostra amministrazione e su cui già la settimana scorsa era stata confermata la disponibilità.

Soddisfatte le domande di 140 famiglie

A questo proposito sapevamo che soprattutto per le grandi catene chiedere una scontistica maggiore potesse essere un azzardo, ma in politica, come nella vita, quando sei convinto di qualcosa ti devi spendere. E la possibilità di tutelare e difendere le persone povere, speriamo solo in questa fase, anche durante la spesa è un movente per me straordinario”. Le pratiche di assegnazione dei buoni procedono: i servizi sociali hanno già soddisfatto le domande di 140 famiglie, per un totale di 43.700 euro che nelle tasche dei beneficiari, per effetto dello sconto, equivalgono a 50.255 euro.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home