Giornale dei Navigli > Attualità > Fratelli d’Italia sul Dup di Cesano: “Tante promesse, solo buone intenzioni”
Attualità, Politica Cesano Boscone -

Fratelli d’Italia sul Dup di Cesano: “Tante promesse, solo buone intenzioni”

Polemica da Sanfelici e Raimondo sul Documento Unico di Programmazione del Comune. "Lotta alla mafia? Hanno dedicato tre righe".

Fratelli d'Italia sul Dup

Fratelli d’Italia sul Dup di Cesano: “Tante promesse, solo buone intenzioni”.

Fratelli d’Italia sul Dup di Cesano: “Tante promesse, solo buone intenzioni”

CESANO BOSCONE – (Riceviamo e pubblichiamo) “Il Consiglio comunale – scrive Simona Sanfelici, capogruppo di Fratelli d’Italia – è stato chiamato ad approvare il Documento Unico di Programmazione, il documento politico più importante di un’Amministrazione comunale.

Il Documento Unico di Programmazione, un documento di 89 pagine

La Giunta Pd ci propone un documento di 89 pagine che però, più che una dettagliata relazione al bilancio di previsione, sembra essere il libro delle buone intenzioni. Peccato che la stragrande maggioranza delle proposte contenute in questo Dup siano identiche a quelle che abbiamo letto nei Dup degli anni precedenti: tutte proposte che ancora non hanno visto la loro realizzazione. Avremmo voluto leggere qualcosa di più concreto, ma soprattutto qualcosa di nuovo.

“Sulle grandi opere ancora nessuna data certa”

Sulle grandi opere ancora nessuna data certa. Sull’iter della piscina, che a questo punto pensavamo dovesse essere a buon punto, il sindaco ci ha detto che non se ne farà nulla prima del 2022 e infatti sul Dup non abbiamo letto rassicurazioni sul punto. Sul parco dello Sport non c’è niente di definito e nel frattempo sta per scadere la convenzione per la gestione dell’impianto sportivo al Cereda. La riqualificazione del Tessera è ancora ferma. La convenzione con il Ministero non è stata ancora sottoscritta e stiamo ancora aspettando il tanto sbandierato finanziamento di 2 milioni di euro. Intanto il quartiere è sempre più abbandonato a se stesso. Abbiamo letto sulla stampa locale che qualcosa sembra essersi mosso per la struttura di via Trento, ma la soluzione prospettata (quella che vedrebbe la Citta del Gioco trasferirsi a Cesano) sembra più un colpo di fortuna che il frutto di una visione strategica. Del resto non si contano più i tanti bandi andati deserti.

“Aiuti per i commercianti. Quando verrà pubblicato il bando?”

Da prima dell’estate sentiamo parlare di aiuti per i commercianti. Nel Dup c’è scritto che nell’ultima parte dell’anno 2020 (e ormai ci siamo) sarebbe prevista l’erogazione di contributi a fondo perso per aiutare gli esercenti a pagare i canoni di locazione e sussidi per finanziare nuovi investimenti. Che tipo di investimenti? Se un commerciante è in difficoltà l’ultima cosa a cui pensa è fare un investimento. Sono quattro mesi che i commercianti aspettano. Quando verrà pubblicato il bando?

“Nessun servizio di pre e post scuola. Perché Cesano si è tirato indietro?”

Per quanto riguarda l’istruzione leggiamo di una “nuova impostazione al progetto scuola”. Cosa significa? Sono anni che vi chiediamo di definire un Piano per il Diritto allo Studio, da far approvare al consiglio comunale, coinvolgendo i dirigenti scolastici. Perché non è mai stato fatto? Leggiamo nel Dup che l’Amministrazione comunale, candidamente, ammette di non aver previsto per l’anno scolastico appena iniziato, il servizio di pre e post scuola. Questa mancanza ha creato ulteriori disagi alle famiglie che dal Comune pretendono una data certa per l’attivazione del servizio. Altri comuni stanno regolarmente fornendo questo servizio. Perché Cesano si è tirato indietro? Nulla è dato sapere circa la navetta per il trasporto interno, cavallo di battaglia del sindaco in campagna elettorale. A che punto siamo?

Le due nuove rotatorie

Nella parte del Dup relativa ai lavori pubblici è indicata la realizzazione di due rotatorie. Una verrà realizzata tra via Isonzo e via Italia e un’altra tra via Isonzo e via Grandi. Perché non realizzarne una all’incrocio tra via Roma e via Milano, dove troppo spesso si verificano pericolosi incidenti? Pochissimi accenni sulla sicurezza, di certo – e mi rivolgo all’assessore Gattuso – non basta il lampeggiante blu durante le feste di Natale per raccontare che “Cesano è diventato un paese più sicuro”. Purtroppo con questa Amministrazione è impossibile confrontarsi. Le commissioni convocate troppo a ridosso del consiglio e con i documenti già preconfezionati non lasciano spazio a proposte e suggerimenti. Quasi che il consiglio comunale fosse un fastidio, un organo da convocare solo perché lo prevede la legge. Ma del resto di democratico vi è rimasto solo il nome”.

Sicurezza, legalità e lotta alla mafia

Fabio Raimondo aggiunge: “Scrivete: Cesano è diventato un paese più sicuro, pur essendo una situazione che non desta particolari preoccupazioni, richiede un’attenzione costante, anche considerando la storica presenza di esponenti della criminalità organizzata e delle mafie sul territorio”. Punto. A capo: la lotta all’abbandono dei rifiuti nelle aree cani. A parte che Cesano un paese più sicuro fa sorridere, ma la cosa più grave è come liquidate la questione legalità e la lotta alla mafia in tre righe prima delle aree cani. Nel Dup. Ma come, tutti i fiumi di parole che usate per il contrasto alla ‘ndrangheta, per parlare di legalità e di antimafia? Queste cose valgono solo quando bisogna criticare amministrazioni del centrodestra? Questo è lo spazio che il partito democratico e l’amministrazione del Pd dedica alla legalità nel suo documento politico più importante? Mi sarei aspettato di leggere ben altro”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente