Donne nude nel calendario Codacons: pioggia di polemiche per l’associazione

Le critiche sono arrivate a pioggia, non solo per le foto ma anche per l’idea di mettere a votazione delle donne rappresentate nude.

Donne nude nel calendario Codacons: pioggia di polemiche per l’associazione
Attualità 15 Dicembre 2020 ore 15:13

Donne nude nel calendario Codacons: pioggia di polemiche per l’associazione.

Donne nude nel calendario Codacons: pioggia di polemiche per l’associazione

Scalpore e polemiche sul calendario Codacons 2021. Una serie di immagini di donne rappresentate nude in bianco e nero per il progetto dal titolo “Italienza”.

La fotografa Tiziana Luxardo

Si è dissociata dall’idea ma ha difeso “i nudi artistici del mio calendario”, sottolineando che è sempre stata “femminista e ho fatto calendari su disabilità e contro la violenza”. Il Codacons la reputa un’iniziativa di “bellezza e rinascita del Paese”, un “calendario sociale che fonde le parole italianità e resilienza, racchiudendo il significato nella voglia di riscatto del Paese alle prese con la pandemia”, hanno scritto da Codacons annunciando l’evento di presentazione dei giorni scorsi “con il critico d’arte Vittorio Sgarbi, per parlare delle bellezze artistiche del territorio”, ancora dall’associazione che ha fatto un appello per votare la foto preferita del calendario.

12 ragazze vestite solo da una mascherina

“Protagoniste dei 12 scatti sono ragazze che posano simbolicamente vestite solo da una mascherina”. Ma l’iniziativa è stata ritenuta sessista e inopportuna. “Nel guardare il vostro calendario – commenta un utente sui social – si direbbe che il Codacons non stia capendo nulla di tutto ciò che sta accadendo ora nel mondo. Incredibile”. “Siete scesi così in fondo da fare un calendario con donne nude come nelle più vecchie tradizioni di camionisti. Siete così a corto di idee da non trovare qualcosa di più interessante e più attinente a voi?”, un altro commento. “Erotismo ammiccante spacciato per comunicazione”, ancora sui social, “un’idea di pessimo gusto, un cliché vecchio, corpi femminili come bistecche in esposizione”.

Le richieste di ritiro dell’iniziativa

In molti hanno chiesto a Codacons di ritirare l’iniziativa e il calendario e di scusarsi per il progetto scarsamente apprezzato dal pubblico social. Le critiche sono arrivate a pioggia, non solo per le foto ma anche per l’idea di mettere a votazione delle donne rappresentate nude. Per il presidente del Codacons Carlo Rienzi non c’è nulla di male, “non sono foto erotiche, l’immagine della donna non è umiliata né volgare”. Ma la spiegazione non ha convinto: “Disgustoso – altri commenti –, un messaggio che svilisce , una trovata deprimente e banale. Farebbero meglio a ritirare subito quel calendario”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste