Attualità
disservizi trenord

Disservizi sulla linea ferroviaria S13, il consigliere Di Marco presenta un'interrogazione in Regione

L’elevata frequenza con cui si registrano i disservizi, commenta Di Marco, pregiudica l’affidabilità della linea.

Disservizi sulla linea ferroviaria S13, il consigliere Di Marco presenta un'interrogazione in Regione
Attualità Rozzano, 28 Gennaio 2022 ore 12:18

Disservizi sulla linea ferroviaria S13, il consigliere Di Marco presenta un'interrogazione in Regione.

Disservizi sulla linea ferroviaria S13, il consigliere Di Marco presenta un'interrogazione in Regione

PIEVE EMANUELE – Ritardi e soppressioni lungo la linea ferroviaria S13: il consigliere del Movimento Cinque Stelle Nicola Di Marco chiede risposte a nome dei pendolari. Di Marco ha depositato un’interrogazione alla Giunta regionale in cui chiede spiegazioni riguardo i gravi disservizi avvenuti sulla linea ferroviaria S13 Milano-Pavia.

I disservizi segnalati dai pendolari

“Nei giorni scorsi – spiega il consigliere – ho ricevuto numerose segnalazioni su ritardi, soppressioni e disservizi su questa linea. In particolar modo, nella fascia oraria tra le 17 e le 19.30 è stata effettuata solamente una corsa, con tre treni cancellati.
L’elevata frequenza con cui si registrano i disservizi – prosegue Di Marco – pregiudica l’affidabilità della linea, la qualità dei viaggi e l’attrattività del servizio ferroviario come modalità alternativa ai mezzi privati.  L’area del Sud Milano risulta così sempre più abbandonata e con gravi carenze nel settore dei trasporti.

L'immobilismo di Regione Lombardia

È sicuramente vero che l’aumento di contagi da covid ha provocato diverse assenze nel personale ma dall’altro lato possiamo constatare l’immobilismo di Regione che non riesce a garantire un numero di corse adeguate neanche nelle fasce pendolari”.

Di Marco chiede rispose certe

Di Marco conclude: “Regione e l’assessore Terzi devono spiegare, adesso, perché si registrano quotidianamente queste irregolarità e inefficienza di servizio, oltre a chiarire quali azioni vogliano intraprendere nei confronti di Trenord. I pendolari, soprattutto in questo periodo così complicato, non possono subire disservizi così forti”.