Attualità

Una delegazione francese al Musa di Zibido

Il gruppo ha visitato il Museo Salterio-Officina del gusto e del paesaggio come “luogo di eccellenza e di promozione della storia, della tradizione e della cultura locale del territorio”.

Una delegazione francese al Musa di Zibido
Attualità 06 Marzo 2018 ore 15:14

Una delegazione francese al Musa di Zibido.

Una delegazione francese al Musa di Zibido

ZIBIDO SAN GIACOMO – Cosa ci fa una delegazione francese in visita al Musa? È il gruppo del “Collectif de l’Apres Petrole” che sta elaborando un report per il Ministero dell’Ecologia, in collaborazione con il Politecnico di Milano. La delegazione ha deciso di studiare l’esperienza agriurbana del milanese, dopo aver trascorso un periodo di ricerca anche a Barcellona, in Belgio e in Svizzera.

Il gruppo di studio

Il gruppo, formato da un paesaggista, un filosofo, un agronomo e un geografo, ha visitato il Museo Salterio-Officina del gusto e del paesaggio come “luogo di eccellenza e di promozione della storia, della tradizione e della cultura locale del territorio”. Oltre 10mila visitatori, tra cui scuole e studenti universitari, laboratori e iniziative per bambini e adulti, corsi di formazione e collaborazioni con le aziende del territorio. Sono solo alcune delle numerose attività del Musa che recentemente è diventato anche Punto Parco.

Un museo per grandi e bambini

Ricavato dalla ristrutturazione dell’ex stalla di Cascina Salterio, realizzata nella metà dell’Ottocento, il museo mette a disposizione anche una sala multimediale con visori per la realtà virtuale e video interattivi che raccontano l’affascinante storia del territorio.