Giornale dei Navigli > Attualità > FASE 2 | I dati di oggi: aumentano i contagi e i decessi. De Corato: “Non rischiamo per uno spritz”
Attualità, Politica Naviglio grande -

FASE 2 | I dati di oggi: aumentano i contagi e i decessi. De Corato: “Non rischiamo per uno spritz”

Bambini 0-3 anni: servono risposte concrete alle educatrici e alle famiglie.

fase 2 dati contagi decessi

FASE 2 | I dati di oggi: aumentano i contagi e i decessi. De Corato: “Non rischiamo per uno spritz”

FASE 2 | I dati di oggi: aumentano i contagi e i decessi. De Corato: “Non rischiamo per uno spritz”

MILANO – A 90 giorni dall’inizio della pandemia che ha investito la Lombardia, è l’assessore alla Sicurezza, polizia locale e Immigrazione Riccardo De Corato a commentare i dati sottolineando “un andamento positivo, con la diminuzione anche oggi dei ricoverati, anche nelle terapie intensive”.

CLICCA QUI PER IL VIDEO INTEGRALE DELLA CONFERENZA STAMPA DEL 21 MAGGIO

In tema Sicurezza

“Penso che non possiamo mettere a rischio la situazione e un ritorno al contagio per uno spritz o un incontro serale. Il presidente Fontana ha fatto un incontro con il sindaco Sala e con la prefettura. Ho chiesto agli 8.200 agenti che operano in Lombardia di ampliare i controlli. Abbiamo dato risorse per acquistare strumenti come termoscanner, caschi per la rilevazione della temperatura e telecamere per poter intensificare i controlli e intervenire nei casi di assembramento. Non mettiamo a rischio la riapertura, già complicata e difficile, per un aperitivo o per vedersi di sera. Non possiamo neanche delegare troppo ai locali, ci vuole un uomo in divisa che faccia i controlli e impedisca gli assembramenti. Abbiamo diverse risorse messe a disposizione dei comuni: auspico siano utilizzate al massimo per evitare che si possano fare passi indietro”. Parlando di polizia locale, infatti, l’assessore ha ribadito che sono attivi i bandi per i comuni che possono acquistare risorse da mettere a disposizione degli agenti, come body cam, auto, mezzi e droni.

Bambini 0-3 anni: servono risposte alle educatrici e alle famiglie

In un intervento durante il collegamento con il quotidiano punto aggiornamento sulla situazione contagi, Silvia Piani spiega come Regione stia “cercando di sostenere gli asili. La manifestazione di oggi è importante – riferita all’iniziativa degli educatori della fascia 0-3 anni di questa mattina –. Il Governo ha completamente dimenticato questa fascia di età. Vanno date risposte alle educatrici e alle famiglie. Faremo un tavolo di confronto con tutte le associazioni di categoria per dare anche una mano al Governo per dare le risposte che servono”. L’assessore De Corato commenta che “speriamo sia il Governo a chiarire la situazione, è una sua responsabilità che non può scaricare sulle regioni. Ci auguriamo che già nei prossimi giorni possano arrivare le risposte”.

I dati di oggi

Sono 86.091 i contagiati, con un aumento di 316 persone in un giorno. Le persone attualmente positive sono 26.715 (+44). I ricoveri in ospedale sono 4.119, 162 persone in meno rispetto a ieri. Nei reparti di terapia intensiva ci sono 226 persone, 5 pazienti in meno rispetto al giorno prima. I tamponi effettuati fino a oggi sono ‪622.565, 14.702 in più. I guariti e dimessi sono 43.649 (+207). In fase di verifica ci sono 1.863 test. Salgono ancora i decessi: 15.727, 65 in più in un giorno.

Le province

Bergamo 12.681 (+48)

Brescia 14.326 (+77)

Como 3.678 (+18)

Cremona 6.365 (+15)

Lecco 2.700 (+9)

Lodi 3.387 (+7)

Mantova 3.308 (+8)

Milano 22.455 (+83) – Milano città 9.490 (+38)

Monza Brianza 5.396 (+8)

Pavia 5.105 (+23)

Sondrio 1.404 (+21)

Varese 3.423 (+10)

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente