Menu
Cerca

Costretto in casa, una gara di solidarietà per liberare Sandro

“Vi chiedo un grande aiuto per me: un’offerta per poter uscire con la carrozzina grazie a un montascale. Grazie di cuore a chi vorrà aiutarmi”

Costretto in casa, una gara di solidarietà per liberare Sandro
Attualità 21 Luglio 2018 ore 14:51

Costretto in casa, una gara di solidarietà per liberare Sandro.

Costretto in casa, una gara di solidarietà per liberare Sandro

CORSICO – Sandro attende ormai da anni qualcosa che per tanti è normale, facile, immediata: uscire di casa. Una patologia grave e invalidante ha costretto Sandro Lascala a una vita sulla sedia a rotelle. Senza, non si può muovere. Dal suo appartamento in via Curiel scendere per strada, all’aria aperta, è diventato un incubo. Anzi, un sogno.

Un sogno…

Perché per realizzare quello che vorrebbe da anni servono soldi, offerte, un contributo anche piccolo, per avvicinare Sandro alla voglia di tornare a vivere. Serve un montascale, per consentire a Sandro di scendere quella rampa e uscire dalla casa che è diventata ormai una prigione. Un geometra ha fatto un sopralluogo e ha stilato un preventivo per il progetto: servono 6.450 euro per l’installazione di un montascale.

La richiesta di aiuto

“Vi chiedo un grande aiuto per me: un’offerta per poter uscire con la carrozzina senza mettere a repentaglio l’incolumità fisica di chi mi aiuta prendendomi di peso e portandomi giù dalle scale. Grazie di cuore a chi vorrà aiutarmi”, dice Sandro. Con lui, tanti amici: “La solidarietà non ha bandiere ma solo persone con il cuore grande e la voglia di realizzare il sogno di una persona che di ostacoli nella vita ne ha trovati molti – fanno un appello sui social: sulla pagina Facebook di Sandro Lascala si può trovare il link per la donazione, ndr –. Ricordiamoci prima di tutto che siamo persone. Liberiamo Sandro”.

Francesca Grillo

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli