Attualità
dall’1 al 30 luglio

A Corsico vietato il consumo di alcol nel centro storico dopo le 20

L’ordinanza comunale avrà effetto dalle ore 20 alle 6 per tutto il mese di luglio nei parchi cittadini e nelle vie del centro storico. Disposta anche la chiusura di minimarket.

A Corsico vietato il consumo di alcol nel centro storico dopo le 20
Attualità Corsico, 30 Giugno 2022 ore 16:00

Nuovo giro di vite dell'Amministrazione comunale "per tutelare il decoro urbano e il diritto alla tranquillità e al riposo della cittadinanza".

Vietato il consumo di alcol

CORSICO - “Limitazione del consumo e somministrazione di bevande alcoliche e degli orari di vendita degli esercizi del settore alimentare o misto”: è l’oggetto dell’ordinanza, firmata dal sindaco Stefano Martino Ventura, che vieta, dall’1 al 30 luglio dalle ore 20 alle 6, la vendita di alcolici da asporto e il loro consumo nel centro storico e nei parchi cittadini. Oltre a disporre la chiusura di minimarket e obbligare gli esercenti alla pulizia delle aree limitrofe alle rispettive attività.

Il sindaco Ventura: controlli della Polizia locale nelle ore serali

«Il centro cittadino deve essere un luogo di aggregazione positiva e prenderò tutti i provvedimenti indispensabili, anche maggiormente restrittivi se necessario – evidenzia il sindaco Stefano Martino Ventura – per tutelare il decoro urbano e il diritto alla tranquillità e al riposo della cittadinanza. L’ordinanza vuole anche responsabilizzare e coinvolgere i commercianti nel mantenimento della pulizia e del decoro urbano della città. La Polizia locale sarà presente in centro nelle ore serali del fine settimana per salvaguardare il rispetto dell’ordinanza».

All'ordine del giorno schiamazzi e disordini

La misura era già stata adottata, seppure in maniera diversa, l’anno scorso. Ed è stato necessario reiterarla e aumentare le limitazioni per tutelare i cittadini che lamentano schiamazzi e disordini causati anche dal consumo eccessivo di alcol. Comportamenti non accettabili che, oltre ad arrecare danni alla quiete e alla convivenza civile, lasciano ogni sera il suolo pubblico pieno di rifiuti. Una situazione riscontrata anche dai controlli eseguiti dalla Polizia locale nelle scorse settimane, con interventi mirati sugli esercizi in alcune aree del territorio.

L’assessore alla Polizia locale Stefano Salcuni

«Abbiamo ascoltato le esigenze dei cittadini e dei commercianti - commenta l’assessore alla Polizia locale Stefano Salcuni - che nelle zone più frequentate di Corsico percepiscono una condizione di insicurezza. Ora che è iniziato il periodo estivo, dobbiamo mantenere alta la guardia per la tutela di tutti. Per questo, proprio in questi giorni, durante le ore serali - conclude l’assessore Salcuni - sono iniziati gli interventi di polizia stradale, per il controllo della velocità e delle assicurazioni, e annonaria da parte degli ufficiali e degli agenti del nostro comando».

I risultati dei controlli nel mese di giugno

A giugno, infatti, la Polizia locale ha controllato venti persone nei quartieri centro storico e Sant’Adele, molte delle quali sono risultate con precedenti di polizia. Sono state prima identificate e poi allontanate poiché stavano consumando bevande alcoliche nelle immediate vicinanze delle attività di vendita o somministrazione, disturbando la quiete pubblica. Inoltre, sono state eseguite ispezioni in cinque minimarket e per uno è stata disposta la chiusura anticipata perché era emersa una situazione precaria di sicurezza urbana.

Le vie nell'occhio del mirino

L’ordinanza sindacale interesserà, per tutto il mese di luglio, dalle ore 20 alle 6, i parchi pubblici e le vie e piazze del centro storico che sono stati teatro delle criticità dovute all’abuso di alcol: via Cavour, via Dante, via Manzoni, via Monti, via Sant’Adele, via Vittorio Emanuele II (intersezione da via Garibaldi sino al civico 52) e via XXIV Maggio.

In queste zone, varrà il divieto di consumare all’aperto bevande alcoliche e superalcoliche. Divieto che non si applica né alle strutture esterne degli esercizi pubblici autorizzati alla somministrazione e al consumo di alimenti e bevande, né in occasione di sagre, feste, manifestazioni ed eventi organizzati dall’Amministrazione comunale.

Disposta anche la chiusura di minimarket

Inoltre, gli esercizi del settore alimentare o misto e i distributori automatici di alimenti e bevande dovranno rimanere chiusi e ai gestori dei pubblici esercizi e delle attività artigianali di produzione e vendita di prodotti di gastronomia pronti per il consumo immediato è vietato vendere, per asporto, bevande alcoliche e superalcoliche.

Infine, gli stessi titolari o gestori devono rimuovere ogni giorno - in un raggio di 5 metri dall’ingresso - immondizie, rifiuti o materiali derivanti dalla loro attività, depositati su strada, marciapiedi, porte, finestre, vetrine, fioriere, così che entro un’ora dalla chiusura dell’esercizio l’area in dotazione o antistante risulti perfettamente pulita. L’inosservanza dell’ordinanza comporterà l’applicazione di una sanzione da 500 a 5mila euro.