Il Comune di Buccinasco regala la pec ai cittadini: come richiederla

La convenzione attivata dal Comune di Buccinasco rivolta a tutti i cittadini.

Il Comune di Buccinasco regala la pec ai cittadini: come richiederla
Attualità Buccinasco, 12 Maggio 2021 ore 15:59

Il Comune di Buccinasco regala la pec ai cittadini: come richiederla.

Il Comune di Buccinasco regala la pec ai cittadini: come richiederla

BUCCINASCO – Un nuovo servizio gratuito per i cittadini di Buccinasco. Il Comune fornirà a chi ne farà richiesta una casella di posta elettronica certificata (PEC) che diventerà il proprio “domicilio digitale”. In questo modo tutte le comunicazioni tra il cittadino e l’Ente avverranno esclusivamente tramite PEC, dai modelli di pagamento dei tributi (come la Tari) alle multe. A fine marzo il Consiglio comunale ha votato all’unanimità un ordine del giorno che impegnava sindaco e Giunta a verificare la possibilità di fornire la pec gratuita ai cittadini.

La convenzione del Comune di Buccinasco: come richiedere la PEC

L’Amministrazione si è attivata aderendo alla “Convenzione ANUTEL-ARUBA PEC Spa” e avviando le procedure per il rilascio della posta elettronica certificata. E da oggi è possibile. I cittadini che intendano richiedere la fornitura gratuita della PEC e l’elezione a essa di domicilio digitale, sono invitati a compilare in ogni sua parte e firmare il “Modulo di Adesione al Servizio di Posta Elettronica Certificata” da scaricare sul sito internet comunale. La documentazione, corredata dalla copia di un documento d’identità, dovrà essere inviata al seguente indirizzo: rilasciopec@comune.buccinasco.mi.it

Il sindaco Pruiti

“L’utilizzo della PEC – spiega il sindaco Rino Pruiti – è molto utile per snellire le procedure burocratiche ed evitare l’invio di raccomandate cartacee, code negli uffici postali e comunali, attese in Comune, oltre a consentire una notevole riduzione delle spese di stampa e di recapito con enormi benefici ambientali grazie al risparmio di carta, toner, corrente elettrica, emissioni di CO2. Chi farà richiesta della PEC gratuita, quindi, utilizzerà questo strumento per tutte le comunicazioni con il nostro ente (attenzione, quindi, a controllarla abitualmente): sarà il suo domicilio digitale a cui il Comune invierà avvisi, modelli di pagamento dei tributi e delle altre entrate”.

Per chi fosse già in possesso di una PEC personale e volesse eleggerla a domicilio digitale (per ricevere tutte le comunicazioni dell’Ente) può inviare solo il modulo di richiesta “Elezione di domicilio digitale con indicazione della relativa casella di posta elettronica certificata” riportando il nome della propria casella PEC.

Cos’è la Pec

Il servizo PEC (posta elettronica certificata) è il corrispettivo di una raccomandata con ricevuta di ritorno con piena valenza legale:

- garantisce che la provenienza del mittente abbia origine da un indirizzo email certificato

- il messaggio non può essere alterato durante la trasmissione

- il mittente ha la certezza dell’avvenuto recapito del messaggio di posta certificata PEC destinataria, con la spedizione di una ricevuta di consegna. In caso di smarrimento della ricevuta, è possibile risalire alla traccia informatica delle informazioni svolte. Secondo il DPR 11 febbraio 2005, n. 68, tali dati devono essere mantenuti per trenta mesi in un apposito registro informatico custodito dai gestori stessi: tale registro ha lo stesso valore giuridico delle ricevute. I moduli sono scaricabili dal sito internet comunale (sezione Modulistica – Servizi Demografici e Innovazione tecnologica).