Giornale dei Navigli > Attualità > Cittadini parte attiva del consiglio comunale con il question time
Attualità Rozzano -

Cittadini parte attiva del consiglio comunale con il question time

Da settembre, grazie all’introduzione del “question time”, i cittadini potranno porre delle domande al sindaco e agli assessori inviando una mail.

cittadini question time

Cittadini parte attiva del consiglio comunale con il question time.

Cittadini parte attiva del consiglio comunale con il question time

ROZZANO – “Una città sempre più partecipe alla vita amministrativa con una spiccata sensibilità a favore dell’ambiente grazie alla tecnologia. Il consiglio comunale di Rozzano ha introdotto delle importanti novità che riguardano la partecipazione attiva dei cittadini alla vita politica locale e si è dotato di importanti strumenti tecnologici che semplificano la vita dei consiglieri e dematerializzano i documenti cartacei che caratterizzano le sedute consiliari”, spiegano dal Comune.

Al via da settembre il “question time”

Da settembre, i cittadini saranno parte attiva dei consigli comunali grazie all’introduzione del “question time”, ovvero potranno porre delle domande al sindaco e agli assessori su argomenti di rilevanza generale o particolare attualità politica locale, attinenti comunque a problematiche inerenti il territorio comunale.

Basterà inviare una mail per porre delle domande

Sono esclusi i quesiti per i quali è in corso di svolgimento un procedimento giudiziario, che trattano argomenti privati o personali dei componenti dell’amministrazione comunale o di fatti privati. Sarà possibile formulare le domande inviando la mail a uno specifico indirizzo di posta elettronica che sarà pubblicizzato sul sito istituzionale del Comune.

Spiega la novità il sindaco Ferretti

L’ufficio di presidenza del consiglio comunale riceverà e valuterà i quesiti posti dai cittadini e li contatterà per partecipare alla seduta consiliare in cui riceverà le risposte. “La nostra amministrazione è stata eletta dai cittadini – spiega il sindaco Gianni Ferretti – e a loro dobbiamo rispondere con fatti concreti e azioni importanti per il benessere della nostra comunità. Il “question time” è uno strumento che consente, in una logica di piena e completa trasparenza dell’azione amministrativa, di far parte della cittadinanza attiva. Una parte essenziale e integrante del percorso che caratterizza il nostro mandato”. “

Le parole del vice sindaco Perazzolo

Due importanti novità rendono il nostro comune all’avanguardia – dichiara il vice sindaco e assessore ai rapporti con il consiglio comunale Cristina Perazzolo – sia dal punto di vista della partecipazione democratica e della cittadinanza attiva. Il question time sarà uno strumento molto apprezzato  e nell’ottica di contenimento della spesa abbiamo incentivato l’uso della Pec e dei software per la consultazione degli atti amministrativi”.

Il commento del presidente del consiglio comunale Macaluso

“Dopo anni abbiamo rivisto il regolamento del consiglio comunale e introdotto importanti novità – commenta Marco Macaluso, presidente del consiglio comunale –. I cittadini ora sono parte integrante dell’interazione con la vita amministrativa della città e la doverosa innovazione tecnologia ci consente la dematerializzazione dei documenti cartacei”.

Un tablet per ogni componente del consiglio comunale

In più, tutti i componenti del consiglio comunale hanno a disposizione un tablet fornito dall’ente in cui possono visionare telematicamente i documenti presenti nell’ordine del giorno del consiglio comunale e delle commissioni consiliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente