Attualità
in cerca di chiarimenti

Cesano Boscone e la riqualificazione al quartiere Tessera, il sindaco Negri scrive ad Aler

Il sindaco chiede un incontro tecnico per “poter definire alcuni aspetti organizzativi e per poter fattivamente collaborare nel coordinamento di un intervento di così grande rilevanza”

Cesano Boscone e la riqualificazione al quartiere Tessera, il sindaco Negri scrive ad Aler
Attualità Cesano Boscone, 05 Agosto 2022 ore 11:49

CESANO BOSCONE – Un incontro tecnico per “poter definire alcuni aspetti organizzativi e per poter fattivamente collaborare nel coordinamento di un intervento di così grande rilevanza”. Lo chiede il sindaco di Cesano Simone Negri alla presidenza di Aler, in merito all’adesione al bonus del 110% per l’ntervento di complessiva riqualificazione degli edifici residenziali del quartiere Tessera.

Il sindaco Negri scrive ad Aler

“Apprezziamo lo sforzo che Aler ha messo in campo in questi mesi, anche dando riscontro a una mozione presentata in Consiglio comunale e votata all’unanimità, e siamo convinti dell’impatto positivo che l’efficientamento degli edifici avrà sulla vivibilità e sul benessere del quartiere Tessera, oltre che sul contributo alla riduzione delle emissioni climalteranti e sull’abbattimento dei consumi energetici, vera e propria priorità per tutti noi, a maggior ragione nel corso della crisi che stiamo vivendo”, prosegue il sindaco. Ma per queste opere ci vuole condivisione e coordinazione: “Condotte su tutti gli stabili del quartiere, coinvolgendo quasi mille famiglie e perdurando sicuramente per qualche mese, queste opere devono essere pianificate e coordinate al meglio, anche sotto il profilo della sicurezza, della viabilità, della sosta oltre che essere condivise con l’ufficio tecnico comunale per tempo. A tal proposito mi preme evidenziare come all’attenzione del nostro settore urbanistica siano ad oggi state presentate solo le pratiche relative alla posa di alcuni pannelli fotovoltaici – evidenzia Negri –. Tutto chiaramente dipende dal cronoprogramma dei lavori che è stato definito, che al momento però non conosciamo e che non ci permette di comprendere puntualmente le esigenze rispetto ai cantieri”.

Informare la cittadinanza

Nella missiva, il sindaco riporta anche le richieste del Comitato Tessera 2001 e di cittadini preoccupati di dover rimuovere entro fine agosto qualsiasi installazione presente sui balconi (verande, veneziane, condizionatori, inferriate, scaldabagni). “Penso sia anche importante, trattandosi in gran parte di persone anziane e a basso reddito che si troveranno a dover sostenere delle spese rilevanti, una piena condivisione di intenti e un coinvolgimento addirittura “ad personam” per far cogliere quale grande opportunità rappresenti la riqualificazione, a vantaggio soprattutto dell’inquilinato. Per questi motivi, confermando la piena disponibilità dell’amministrazione comunale a collaborare con Aler nell’interesse del quartiere, chiedo un’interlocuzione con i tecnici Aler per capire in cosa consisterà esattamente l’intervento proposto e con quali tempi. Potremo così pianificare al meglio tutte le operazioni e informare al meglio la cittadinanza”.