Menu
Cerca
stop omotransbifobia

Cesano aderisce alla rete Re.A.Dy contro discriminazione e omotransbifobia

L’adesione nasce con l’obiettivo di prevenire, combattere e superare le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere.

Cesano aderisce alla rete Re.A.Dy contro discriminazione e omotransbifobia
Attualità Cesano Boscone, 17 Maggio 2021 ore 13:34

Cesano aderisce alla rete Re.A.Dy contro discriminazione e omotransbifobia.

Cesano aderisce alla rete Re.A.Dy contro discriminazione e omotransbifobia

CESANO BOSCONE – Con la mozione presentata da Partito Democratico e Futuro in Comune, votata nel Consiglio comunale di martedì 11 maggio, il Comune di Cesano Boscone aderisce alla Carta d’intenti di Re.A.Dy, la Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni anti discriminazione per orientamento sessuale e identità di genere, che definisce le finalità e gli impegni dell’Amministrazione.

Combattere e superare le discriminazioni per orientamento sessuale

L’adesione nasce con l’obiettivo di prevenire, combattere e superare le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere, nonché contribuire a diffondere politiche di inclusione sociale e parità nei confronti di tutte e tutti coloro che appartengono alla comunità arcobaleno.

I tanti obiettivi della Rete

La Carta, infatti, propone numerose finalità, fra cui: favorire l’emersione dei bisogni della popolazione LGBT+, individuare e diffondere politiche di inclusione sociale per le persone lesbiche, gay, bisessuali, transessuali realizzate dalle pubbliche amministrazioni a livello locale, contribuire alla diffusione delle buone pratiche su tutto il territorio nazionale e supportare le pubbliche amministrazioni nella realizzazione di attività rivolte alla promozione dei diritti delle persone LGBT+ e contro la discriminazione e l’omotransbifobia.

Il sindaco Simone Negri sull'adesione

“La città di Cesano Boscone - afferma il sindaco Simone Negri - è in prima linea ogni giorno, e non solo oggi nella Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia, nel tutelare la libertà delle persone di essere e amare chi vogliono. Siamo convinti questa sia una battaglia che ci dovrebbe vedere tutti uniti, senza distinzioni di colore politico. Purtroppo sappiamo che non è così e, anche per questo, lavoreremo senza sosta per promuovere una cultura inclusiva e fermare qualsiasi azione o messaggio discriminatori”.

L'assessore Ravasi: "estendere diritti non è mai una minaccia"

“Aderiamo con convinzione alla Rete Ready – dichiara l’assessore con delega alla Pari opportunità, Ilaria Ravasi – e, come Amministrazione, proseguiamo il nostro impegno nella promozione e nella tutela dei diritti di tutti. Non basta tollerare le diversità, bisogna saperle accogliere e ricordarsi sempre che estendere diritti non è mai una minaccia. Il nostro faro è una società e un Paese capace di garantire il rispetto e l’integrazione, nonché la condanna di chi usa odio e violenza per discriminare”.