Biagio Antonacci e la volta che Mia Martini andò a casa sua a Rozzano

Certe persone mi dissero allora di non lavorare con lei perché portava sfortuna

Biagio Antonacci e la volta che Mia Martini andò a casa sua a Rozzano
Attualità 14 Febbraio 2019 ore 07:30

Biagio Antonacci e la volta che Mia Martini andò a casa sua a Rozzano.

Biagio Antonacci e la volta che Mia Martini andò a casa sua a Rozzano

MILANO – Sono stati quasi 8 milioni  i telespettatori che su Rai1 hanno visto “Io sono Mia”, la fiction con Serena Rossi dedicata alla vita di Mia Martini. La storia narrata è quella della vita privata e professionale di Mia Martini, grandissima interprete dotata di una delle voci più valide del panorama musicale italiano

Le critiche

Tutte molto positive. La sceneggiatura ha convinto tutti e Serena Rossi, che interpreta la cantante calabrese, ha veramente impressionato tanto che Loredana Bertè, sorella di Mia, ha avuto parole di apprezzamento pubbliche: “Mimì sarebbe molto fiera di questo film, ne sono convinta. E io ne sono di più” e su Serena ha aggiunto:  “Serena ha studiato molto come si muoveva, i suoi scatti, la sua malinconia e il dolore che provava dentro ma che non dimostrava spesso. Lei è stata impressionante come in certe scene mi è sembrata lei e mi è arrivata dritta al cuore. Si è vista l’anima di Mimì, non so come abbia fatto senza il suo vissuto. Dandomi questa emozione che mi ha preso al cuore sin dalla prima scena…”.

Biagio Antonacci

Nel suo profilo social ufficiale Biagio racconta così l’incontro a casa sua con Mimì: “Mia Martini è stata una donna eccezionale nella mia vita. Lei venne a Rozzano nella casa di mia madre che ci fece da mangiare una ‘cofanata’ di pasta con il pesce. Poi io mi misi al piano e lì cantai ‘Il fiume dei profumi’ nello studiolo di casa dove dormivo anche. Lei si mise là, umilissima, e disse ‘Questa canzone la canto io’. Poi ascoltò ‘Liberatemi’ e mi disse che sarebbe stato un successo pazzesco. E infatti accadde. Ma non accadde solo questo. Certe persone che mi dissero allora di non lavorare con lei perché portava sfortuna (e furono tanti in quel periodo) alla fine la presero sui denti perché il disco vendette moltissimo alla faccia di quelli che oggi non fanno più nemmeno i discografici.”

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste