Menu
Cerca
BOCCATA DI OSSIGENO

Bar e ristoranti aperti anche in zona rossa, ma solo per i lavoratori delle aziende

Regole precise e protocolli rigorosi consentiranno lo svolgimento dell’attività in piena sicurezza.

Bar e ristoranti aperti anche in zona rossa, ma solo per i lavoratori delle aziende
Attualità Corsico, 19 Marzo 2021 ore 09:54

Bar e ristoranti aperti anche in zona rossa, ma solo per i lavoratori delle aziende.

Bar e ristoranti aperti anche in zona rossa, ma solo per i lavoratori delle aziende

CORSICO – Ristoranti e locali aperti per il “servizio mensa”. Un’iniziativa fortemente voluta da Confcommercio distretto corsichese che è riuscita a stilare un accordo per consentire ai ristoratori di rimanere aperti anche in zona rossa, esclusivamente per i lavoratori delle aziende.

Francesco Morelli

“Grazie a una incisiva azione da parte della nostra Confcommercio – sottolinea il segretario dell’associazione territoriale del corsichese della Confcommercio Francesco Morelli –, adesso è possibile svolgere da parte di ristoranti e bar attività di mensa e catering sia in zona rossa che arancione, nel rispetto di precise indicazioni. Il servizio è rivolto alle aziende previa la stipula di un apposito contratto da noi predisposto che dovrà essere sottoscritto tra l’esercente e il datore di lavoro dell’azienda con in allegato i nominativi del personale beneficiario del servizio”.

Regole precise

Regole precise e protocolli rigorosi consentiranno lo svolgimento dell’attività in piena sicurezza. Morelli precisa infatti che “per offrire questo servizio bisogna osservare scrupolosamente le disposizioni di legge, altrimenti si rischia la chiusura dell’attività. Restano validi gli obblighi previsti dalle misure in vigore: distanziamento all’interno dei locali, massimo quattro persone al tavolo, registrazione dei clienti, misurazione della temperatura all’ingresso, obbligo di utilizzo della mascherina quando non si è seduti”. A pochi giorni dall’avvio del progetto sono circa una dozzina i ristoratori che hanno dato l’ok per prendere parte all’iniziativa e altri si stanno aggiungendo.

Boccata di ossigeno

“Quello del servizio mensa è di fatto per i ristoratori una piccola boccata di ossigeno in attesa di poter tornare alla normalità – ancora Morelli –. Come da indicazioni della Regione Lombardia, le imprese che intendono attivare il servizio non sono obbligate a comunicare nulla né all’Agenzia dell’Entrate né in Camera di Commercio, ma sarà sufficiente inviare una comunicazione preventiva al proprio comune. Consigliamo di esporre un cartello all’ingresso del ristorante in cui si informa che il servizio è riservato esclusivamente ai dipendenti di aziende con le quali sono stati sottoscritti appositi contratti per il servizio mensa. Sia il contratto che il cartello sono a disposizione dei nostri associati presso i nostri uffici. Gli uffici di Confcommercio Corsico restano a disposizione dei propri associato per qualsiasi chiarimento”.