Giornale dei Navigli > Attualità > L’autunno caldo 2020: tante le questioni sul tappeto in Regione Lombardia
Attualità, Politica Naviglio grande -

L’autunno caldo 2020: tante le questioni sul tappeto in Regione Lombardia

Fa il punto della situazione la consigliera regionale del Pd Carmela Rozza.

autunno caldo 2020 Lombardia

L’autunno caldo 2020: tante le questioni sul tappeto in Regione Lombardia.

L’autunno caldo 2020: tante le questioni sul tappeto in Regione Lombardia

MILANO – Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del consiglio regionale del Pd:

“Un inverno e una primavera straordinari, nella loro tragicità, che chiudono una stagione politicamente intensa e fatta di decisioni spesso contestate. È con questo pesante bagaglio che si chiude il primo semestre del 2020 per il consiglio regionale. Fa il punto della situazione Carmela Rozza, consigliera regionale del Pd.

La mozione di sfiducia per Fontana

La crisi da Covid ha portato anche ad un’indagine della Magistratura in cui è coinvolto il presidente Attilio Fontana, per la vicenda dei camici. Il Pd ha sottoscritto una mozione di sfiducia. Cosa sperate di ottenere? Fontana ha molte cose da chiarire, alla Magistratura, ma anche ai cittadini lombardi e pure italiani. Perché non è accettabile che il capo di un’istituzione come Regione Lombardia tenga oltre 5 milioni di euro su un conto in Svizzera, oltre tutto facendoli rientrare da un paradiso fiscale. Non sono ‘affari suoi’, come sostiene qualcuno: sono affari di tutti, dal momento in cui il cittadino medio paga le tasse in Italia e non può sfuggire al fisco. Ma che esempio dà Fontana?

Dov’è finita la Commissione d’inchiesta sull’emergenza sanitaria?

E la Commissione d’inchiesta sull’emergenza sanitaria che fine fa? Oggi la nostra richiesta di far partire la Commissione è ancora più urgente, perché molte sono le vicende di questi ultimi mesi su cui occorre accertare ciò che è veramente accaduto. Abbiamo assoluta necessità di chiarezza e trasparenza. È ora di togliere veti assurdi e partire.

La graduatoria per le case popolari

L’autunno 2020 sarà caldo, sul piano sanitario ed economico… Inevitabilmente. Ma per costruire un progetto alternativo nella sanità, servono soldi, gli stessi a cui Fontana e la Lega dovrebbero dire di sì e che derivano dalla linea di credito offerta dal meccanismo europeo di stabilità. Potremmo avere a disposizione della Lombardia 6 miliardi di euro, ma Salvini non vuole il Mes. Poi c’è un altro problema serio da affrontare… Quale? Abbiamo perso l’opportunità di andare incontro a chi è in graduatoria per le case popolari e ha peggiorato la sua situazione patrimoniale negli ultimi mesi. Chiedevo di attualizzare il più possibile l’anagrafe reddituale: la Lega non ha voluto votare l’articolo nell’assestamento di bilancio.

E per quanto riguarda la difficile partita dei trasporti?

È stato approvato un nostro ordine del giorno che impegna la Regione ad investire sul Tpl così che le agenzie locali possano garantire il servizio pre-Covid”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente