Attualità
dai social

Artista di strada sanzionato, Corsico si divide: "Multa ingiusta"; "No, bisogna seguire le regole"

In campo, a distanza, l'ex sindaco e l'attuale: il primo sostenendolo, il secondo cercando di spiegargli le norme per svolgere la sua attività.

Artista di strada sanzionato, Corsico si divide: "Multa ingiusta"; "No, bisogna seguire le regole"
Attualità Corsico, 29 Gennaio 2022 ore 18:34

Artista di strada sanzionato, Corsico si divide: "Multa ingiusta"; "No, bisogna seguire le regole".

Artista di strada sanzionato, Corsico si divide: "Multa ingiusta"; "No, bisogna seguire le regole"

CORSICO – La questione ha sollevato polemiche e divisione. C'è chi pensa che sia stato “un trattamento ingiusto” e chi “corretto, la legge vale per tutti”.

Un passo indietro.

Ieri, un artista di strada ha iniziato a scolpire cani di sabbia in via Cavour. Nessun disturbo: al di là di un po’ di sabbia poi da ripulire per gli operatori ecologici, le creazioni hanno divertito i bambini e i passanti, che hanno lasciato un’offerta, raccolta dal ragazzo. Poi, la polemica: sui social si sparge la voce che la polizia locale “ha multato il giovane”. Per alcuni ingiustamente, per altri “nel rispetto delle normative”.

Prima diffidato e poi sanzionato dalla Polizia Locale

In effetti, il ragazzo è stato sanzionato, dopo un primo avviso da parte degli agenti. Gli operatori, infatti, hanno “diffidato” il ragazzo a continuare l’attività, svolta senza il permesso di occupazione di suolo pubblico: quella che tutti devono avere per poter svolgere qualsiasi attività su strade e marciapiedi, anche gli artisti di strada. Il giovane, tuttavia, non ha dato molta retta all’ammonizione e ha proseguito con l’attività. A questo punto gli agenti sono intervenuti con la sanzione.

L'intervento di Errante e del sindaco Ventura

Stamattina, in via Cavour, il ragazzo si è ripresentato, sostenuto da alcuni cittadini e dal consigliere di opposizione Filippo Errante, e questa volta è stato il sindaco Stefano Martino Ventura a spiegare al ragazzo che senza autorizzazione non poteva svolgere la sua attività lungo la via, invitandolo a presentare i documenti agli uffici preposti per poter ottenere l’ok, seguendo tutte le procedure burocratiche dovute anche per gli artisti di strada.

Altri, nei giorni scorsi, sono stati allontanati per lo stesso motivo: assenza di autorizzazione per occupare il suolo pubblico. Il ragazzo, rumeno residente nel pavese, ha quindi cessato l’esibizione e raccolto i suoi attrezzi.