Attualità
la mozione

Area B, la mozione della maggioranza: sconti su abbonamenti, potenziamento car sharing, riduzioni per Isee bassi e investimenti su trasporti

Il sindaco di Cesano torna anche sul tema trasporti pubblici: “Regione è troppo latitante come fondi e infrastrutture ma impegnatissima su impianti risalita, trasporto sul lago, sistemazione sentieri alpini. Molto meno sui trasporti pubblici".

Area B, la mozione della maggioranza: sconti su abbonamenti, potenziamento car sharing, riduzioni per Isee bassi e investimenti su trasporti
Attualità Cesano Boscone, 25 Ottobre 2022 ore 11:30

Nel Consiglio Metropolitano si discute nuovamente di Area B e la maggioranza propone una mozione con delle proposte che tengono presente anche il tema della riduzione dell'inquinamento e la difesa di chi in questo momento  è più colpito dall'inflazione e dalla situazione economica.

Area B: la mozione

CESANO BOSCONE – Si torna a parlare di Area B, questa volta con una mozione da parte della maggioranza in Città metropolitana.

Le proposte alternative alla sola sospensione

“Nel respingere la mozione del centrodestra che mirava solo a sospendere il provvedimento di Area B, abbiamo presentato in Consiglio Metropolitano le nostre proposte migliorative per coniugare il tema della riduzione dell’inquinamento e la difesa di chi è più colpito da inflazione e situazione economica”, spiegano le forze di maggioranza in Consiglio.

Le proposte della maggioranza

Ecco cosa prevede la mozione: il rinnovo della deroga, oggi scaduta, per i cittadini che hanno già prenotato un’auto non inquinante, in modo da poter presentare le domande fino a fine anno e avere esenzione fino a ottobre 2023; tutelare tutti i cittadini che si dirigono verso i parcheggi di corrispondenza, alcuni dei quali oggi collocati all’interno di Area B; sostenere un sistema di sconti sull’abbonamento al trasporto pubblico per chi è soggetto ai divieti.

E ancora: potenziamento ed estensione del car sharing anche oltre il comune di Milano, un sistema di possibile attenuazione di Area B per i cittadini con ISEE basso, attuato attraverso un numero maggiore di ingressi, una revisione del sistema Move-In o l’aumento dei massimali di chilometri percorribili.

Si chiedono anche maggiori investimenti sui trasporti pubblici

La maggioranza chiede anche a Regione Lombardia il potenziamento degli investimenti sul sistema di trasporto pubblico locale, oggi carente in maniera critica in molte aree del territorio metropolitano. “Tenere insieme la difesa della salute, la riduzione dell’inquinamento e la difesa di chi è più colpito dagli aumenti di materie prime ed energia si può fare: serve lavorare in maniera coordinata coinvolgendo tutti i Comuni della Città Metropolitana”, ancora le forze di maggioranza.

L'intervento del consigliere e sindaco di Cesano Simone Negri

Nel dibattito si è inserito anche il consigliere e sindaco di Cesano Simone Negri: “Con la sospensione dell’Area B non si può affrontare la criticità inquinamento. Ricordo che ci sono 90mila morti all’anno per inquinamento: lo dice la Società italiana di medicina ambientale, quindi una fonte autorevole. C'è un’urgenza su cui non possiamo voltarci dall’altra parte. Abbiamo in mente un’idea di Milano di respiro europeo e mondiale. Noi come amministratori dobbiamo esprimerci ed esercitare un ruolo politico affinché si possa realizzare. Per farlo, dobbiamo tenere bene in mente le criticità che vivono i cittadini.

Da sindaco – prosegue Negri – sento diverse famiglie che esprimono gravi difficoltà quando si trovano davanti a un guasto della propria auto, con le spese impreviste e spesso impossibili da affrontare. Poi, dobbiamo essere attenti al tema consapevolezza delle persone, non possiamo avere esercito di spiazzati, dobbiamo riuscire a creare consapevolezza, far capire che lo si sta facendo per loro”.

In ultimo, il sindaco torna sul tema dei trasporti pubblici: “Bisogna costruire una vera rete. Regione è troppo latitante come fondi e infrastrutture ma impegnatissima su impianti risalita, trasporto sul lago, sistemazione sentieri alpini. Molto meno sui trasporti pubblici, tema che invece merita massima attenzione”.

Seguici sui nostri canali