Giornale dei Navigli > Attualità > Ancora vandali al Quartiere Giardino Rabbia o noia?
Attualità Cesano Boscone -

Ancora vandali al Quartiere Giardino Rabbia o noia?

Il parco di proprietà dell’amministrazione comunale, denominato Gustavo Rancilio, è luogo frequentato da molti adolescenti, dove avvengono episodi sgradevoli.

vandali al Quartiere Giardino

Ancora vandali al Quartiere Giardino. Rabbia o noia?

Ancora vandali al Quartiere Giardino

CESANO BOSCONE – (lettera) Non capiamo proprio il senso del vostro gesto. Il desiderio di tutti noi cittadini del quartiere è di incontrarvi per capire il motivo della vostra rabbia, della vostra noia. Siete ragazzi che frequentate le scuole medie, figli di genitori che lavorano, impegnati ad una sana educazione. Con il vostro gesto avete offeso tutta la comunità. Avete distrutto un muro costruito con i soldi nostri e anche dei vostri genitori, avete scelto di fuggire come chi, in fondo, sa di aver sbagliato ma non trova altra via se non  quella della fuga. Il rispetto del collettivo è richiamare le persone che si apprestano a vandalizzare l’arredo urbano o, in alternativa, segnalare all’amministrazione comunale eventuali episodi di vandalismo. Non si chiedono atti eroici ma che ognuno di noi faccia la sua parte.

Il parco Rancilio

All’interno del boscoquattro vi è un parco di proprietà dell’amministrazione comunale denominato Gustavo Rancilio, luogo frequentato da molti adolescenti, dove avvengono episodi sgradevoli, tanto da indurre l’amministrazione a chiudere di un piccolo spazio con un muro di mattoni.

vandali al Quartiere Giardino

La distruzione del muro

Nella stessa giornata, come si può vedere nelle foto il solito gruppo di ragazzi si è reso autore di un gesto non perdonabile: l’abbattimento di tale muro. I cittadini chiedano agli organi preposti una maggiore vigilanza da parte della polizia locale e dei carabinieri, inoltre gradirebbero l’apertura di quel piccolo ponte che collega con la piazzetta antistante al Discount Dpiù, utile a tutti coloro che si recano a fare la spesa. La proprietà Palladium, secondo quanto si vocifera, sarebbe disposta a garantire l’apertura e la chiusura del cancello a loro carico.

Antonio Cipriani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente