pieve emanuele

Abbattimento stabile in via delle Rose a Pieve, Regione approva odg del M5S

Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato un ordine del giorno del Consigliere del M5S Lombardia Nicola Di Marco.

Abbattimento stabile in via delle Rose a Pieve, Regione approva odg del M5S
Attualità Rozzano, 29 Luglio 2021 ore 10:53

Abbattimento stabile in via delle Rose a Pieve, Regione approva odg del M5S.

Abbattimento stabile in via delle Rose a Pieve, Regione approva odg del M5S

PIEVE EMANUELE – Il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato, nell’ambito della due giorni di discussione dell’Assestamento di Bilancio, un ordine del giorno del Consigliere regionale del M5S Lombardia Nicola Di Marco, che chiede a Regione di attivarsi per l’abbattimento di uno stabile di proprietà Aler nel quartiere di via delle Rose di Pieve Emanuele.

Di Marco (M5S): Da anni un luogo degradato che favorisce la diffusione di microcriminalità

“Ormai da anni – dichiara Di Marco – i residenti chiedono un segnale concreto da parte delle istituzioni. Più volte ho sollecitato il Consiglio regionale e il precedente assessore per trovare una soluzione e riqualificare un contesto che si presenta degradato, in totale abbandono e che favorisce la diffusione di microcriminalità. Ho effettuato diversi sopralluoghi e ho potuto vedere con i miei occhi il disagio che sono costretti a sopportare i cittadini che vivono nell’area.

L'impegno di Regione per l'abbattimento

Dopo molti no del centrodestra, finalmente Regione Lombardia mette nero su bianco, e senza giri di parole, anche l’ipotesi di abbattimento dell’edificio. Certo – aggiunge Di Marco –, non c’è ancora un finanziamento, e mi impegnerò affinché arrivi nelle prossime sedute di Consiglio, ma l’avvio di un rapido confronto tra gli enti fa ben sperare per una soluzione definitiva per quella che è una ferita aperta nel nostro territorio.

Regione affronta il problema con grave ritardo

Il Governo nazionale e l’Amministrazione comunale hanno fatto la loro parte per il quartiere con i progetti del Pinqua; mancava all’appello la Regione Lombardia che affronta questo grave problema in ritardo e con fatica, ma che, grazie all'ostinazione dei cittadini e del M5S, finalmente si impegna a fare la sua parte. Ricordo, infatti, che da ormai diciotto anni il Piano di Recupero Urbano del quartiere attende di essere concluso e nella Regione dell’eccellenza questi tempi non sono accettabili”, conclude Di Marco.