Menu
Cerca
Approvato In Consiglio comunale

A Trezzano un bene confiscato diventa casa di accoglienza per padri separati

Per realizzare il progetto saranno stanziati dal bilancio circa 145mila euro.

A Trezzano un bene confiscato diventa casa di accoglienza per padri separati
Attualità Trezzano, 06 Aprile 2021 ore 13:40

A Trezzano un bene confiscato diventa casa di accoglienza per padri separati.

A Trezzano un bene confiscato diventa casa di accoglienza per padri separati

TREZZANO SUL NAVIGLIO – Progetti ambiziosi per il territorio, con particolare attenzione al sociale. Il Consiglio comunale ha discusso e approvato la nota di aggiornamento del Documento Unico di Programmazione e il Bilancio di previsione (2021/23), i documenti più importanti per l’ente e strumenti fondamentali per programmare l’attività del Comune e destinare le risorse alla comunità.

Malgrado l'incertezza data dal covid il Comune guarda avanti

“Da oltre un anno – spiega il vice sindaco Domenico Spendio, assessore al Bilancio – viviamo nell’incertezza generale con atti continui del legislatore legati al covid e con la necessità di affrontare l’emergenza sanitaria sostenendo la cittadinanza. Il nostro Ente, grazie al lavoro attento del settore finanziario, ha dimostrato capacità di previsione e la gestione prudente e attenta al recupero dei tributi, prassi ormai consolidate, che ci permetteranno di mantenere i servizi per la città senza aumentare alcuna tariffa, attivare investimenti sul territorio e sul patrimonio comunale e infine avviare percorsi per ulteriori nuovi interventi. Tra questi il parcheggio di via Treves/Rimembranze, i lavori per la Piattaforma ecologica e la riqualificazione della via Castoldi”.

Il commento del sindaco Bottero

“Ringrazio gli uffici per il lavoro attento e costante – aggiunge il sindaco Fabio Bottero – e tutti i consiglieri di maggioranza che con la Giunta hanno dato un contributo importante a un bilancio che il nostro Ente approva in un momento ancora molto difficile.

Nonostante le minori entrate, nessun settore è stato penalizzato e anzi, abbiamo voluto aumentare le risorse per il sociale, in particolare minori e disabilità, e per migliorare la qualità della vita del nostro territorio, pensando anche alla formazione del personale e alla progettazione in modo da rendere il nostro Comune più efficiente e preparato. Proprio grazie alla progettualità, abbiamo partecipato ai bandi regionali per finanziamenti importanti per la rimozione delle coperture di amianto della scuola Boschetto e del canile”.

Fondi anche per disabilità, nidi comunali e strade e marciapiedi

Ma non è l’unico investimento del Comune: confermati i fondi per la riqualificazione di strade e marciapiedi (230mila euro), 150mila euro per nuove progettualità, 654mila per la disabilità (con un aumento di quasi 60mila rispetto allo scorso anno), 900mila euro per i nidi comunali, oltre 140mila per il sostegno delle famiglie in emergenza.

Una casa di accoglienza per padri separati in via Boccaccio

In più, il Comune sta delineando un progetto importante di rinascita di un bene confiscato alla criminalità organizzata. In via Boccaccio, un edificio appartenuto e sottratto alla mafia diventerà una casa di accoglienza per adulti in situazioni di disagio socio-abitativo. Un luogo accogliente per ospitare i padri separati che si trovano ad affrontare un momento di forte difficoltà. Per realizzare il progetto, saranno stanziati dal bilancio circa 145mila euro.