Attualità
assistenza familiare

A Rozzano 130mila euro di contributi per prendersi cura di anziani e disabili

I beneficiari di questa misura sono persone anziane, disabili e minori residenti a Rozzano che evidenziano gravi limitazioni delle proprie capacità funzionali.

A Rozzano 130mila euro di contributi per prendersi cura di anziani e disabili
Attualità Rozzano, 17 Febbraio 2022 ore 11:19

A Rozzano 130mila euro di contributi per prendersi cura di anziani e disabili.

A Rozzano 130mila euro di contributi per prendersi cura di anziani e disabili

ROZZANO - Ammontano a 130mila euro le risorse che il Comune ha riservato alle famiglie con persone anziane, disabili e minori non autosufficienti per garantire la loro permanenza presso il proprio domicilio grazie al servizio di assistenza familiare.

I beneficiari di questa misura

In questo modo “l’amministrazione guidata dal sindaco Gianni Ferretti - dicono dal Comune - riesce a soddisfare tutte le richieste pervenute nel 2021 che non rientravano nei fondi regionali per l’erogazione delle prestazioni previste dal fondo non autosufficienze Misura B2. I beneficiari di questa misura sono persone anziane, disabili e minori residenti a Rozzano che evidenziano gravi limitazioni delle proprie capacità funzionali tali da comprometterne significativamente l'autosufficienza e l'autonomia personale nelle attività di vita quotidiana e di relazione sociale”.

Un aiuto per garantire la loro permanenza presso il proprio domicilio

“Crediamo sia importante continuare ad aiutare le persone in condizioni di fragilità, assicurando la loro permanenza presso il proprio domicilio e all’interno del proprio contesto di vita – spiega il sindaco Gianni Ferretti –. La misura B2 è uno strumento prezioso di sostegno al lavoro di cura da parte delle famiglie e per questo motivo l’amministrazione ha stanziato ulteriori risorse economiche”.

L'assessore Perazzolo sul contributo

L’assessore ai Servizi sociali nonché vice sindaco Cristina Perazzolo aggiunge: “Il carico familiare ed emotivo di chi si prende cura di un anziano o di una persona disabile è enorme, ci rendiamo conto che non c’è niente che possa migliorarne la situazione ma come Comune cerchiamo almeno di alleggerire la parte economica”.

Sono diversi gli interventi di sostegno

Gli interventi di sostegno previsti sono tanti e diversificati in base alle esigenze: dal buono sociale mensile per caregiver familiare al buono per l’acquisto di prestazioni da parte di personale di assistenza professionale assunto con regolare contratto di lavoro. Ci sono poi i voucher per sostenere la vita di relazione di minori con disabilità o in alternativa i buoni sociali mensili per progetti di vita indipendente.